Di Nunzio: “Prima la salvezza, poi punteremo ad altro”. La ripresa degli allenamenti

Print Friendly, PDF & Email

Preso in estate con l’intento di affidargli le chiavi dell’intera difesa, Francesco Di Nunzio sta finalmente trovando il giusto spazio, dopo l’infortunio patito al ginocchio, durante il ritiro, che ne ha precluso l’impiego in avvio di stagione. Adesso, l’esperto centrale giallorosso, vuole prendere per mano il Catanzaro e condurre una stagione tranquilla, senza troppi affanni: <<Prima la salvezza, poi si vedrà>>, annuncia Di Nunzio, intervenendo alla ripresa dei lavori in vista della trasferta di Brindisi.

<<Da quando mi alleno coi compagni, la mia condizione è migliorata. Certo, sono un po’ in ritardo rispetto agli altri, ma sinceramente temevo di stare peggio. Invece mi sento bene e sono a disposizione>>, analizza il 32enne romano, che ha anche disputato una stagione in cadetteria, con la maglia della Juve Stabia, qualche anno fa.

Un girovago del calcio, quindi, che ha avuto modo di assestarsi e far bene in diverse realtà (Cassino, Sorrento e Stabia, per l’appunto), tanto da non sentire differenza tra l’essere impiegato in una difesa con tre o quattro elementi: <<I movimenti si assimilano a prescindere da ciò che chiede il tecnico>>, afferma il difensore, secondo il quale il Catanzaro ha offerto una buona prova contro l’Andria, sabato scorso, nonostante l’avversario avesse serrato i ranghi, impedendo alle Aquile di trovare sbocchi. <<Non è mai semplice giocare contro una squadra chiusa nella propria metà campo – osserva il numero 17- ma penso che la squadra abbia fatto una buona prestazione, dando continuità al risultato di Trapani. Dobbiamo continuare su questa linea, migliorando la tenuta atletica, ma anche nel palleggio e nella fase di costruzione. Sono convinto che i risultati arriveranno>>.

L’US tuttavia, non ha ancora centrato una vittoria da quando è arrivato Davide Dionigi in panchina, sebbene siano emersi dei cambiamenti, specie per quanto riguarda la grinta e l’intensità, punti cardine dell’impostazione del nuovo allenatore. Il Catanzaro, intanto, ha bisogno di punti pesanti per trovare la giusta collocazione in classifica, specie in vista della penalizzazione che si tradurrà, a breve.

Virtus Francavilla cliente piuttosto arduo da battere, ma Di Nunzio, che di sfide ne ha disputate tante, non si scoraggia e indica la strada da seguire: <<In serie C non esistono partite semplici, poiché se non si affrontano col piglio giusto, si va’ in difficoltà, di conseguenza. Dobbiamo fare un campionato di transizione, centrando una salvezza tranquilla, per poi puntare ad obiettivi superiori>>.

Commenti

commenti