US, decisione sofferta ma necessaria: via Erra! In arrivo Torrente?

Print Friendly, PDF & Email

Questione di ore l’esonero di Alessandro Erra. Tra non molto dovrebbe giungere l’annuncio ufficiale: quella di ieri, è stata l’ultima partita da allenatore del Catanzaro Calcio, per il tecnico campano.

Dispiaciuti per l’uomo, dimostratosi, nel tempo, persona umile e perbene, dall’immenso spessore umano (artefice di due salvezze estremamente difficili, in condizioni quasi inaccettabili), l’US ha bisogno di una sterzata, dal punto di vista tecnico. La sconfitta di Reggio, il capitombolo interno con il Lecce e, infine, il 2-1 patito allo scadere, contro il Rende (e, a priori, prestazioni mai pienamente convincenti), hanno fatto sì che la proprietà Noto si vedesse costretta a prendere un provvedimento sofferto, ma necessario: cambio della guida, fin da subito.

Dunque, si apre il “toto allenatore”, sebbene il cerchio si restringa al nome di Vincenzo Torrente. Ironia della sorte, Erra cederà il testimone ad un conterraneo (entrambi della provincia di Salerno), peraltro accostato al Cosenza, qualche settimana fa. Il calcio, la vita, pongono spesso questi bizzarri “sliding doors”: i catanzaresi, invocavano a gran voce il ritorno di Piero Braglia, sui Tre Colli; dal canto loro, i cosentini pregustavano l’arrivo di Torrente, al posto di Fontana. Ebbene, si è sovvertito ogni pronostico, poiché l’ex trainer di Gubbio (con cui ha centrato la promozione in B), Bari, Cremonese, Salernitana e Vicenza (dopo la trafila genoana), è in predicato di firmare con il Catanzaro. In attesa di una nota ufficiale da parte della società – che, ricordiamo, aveva rinnovato la fiducia in Erra, dopo l’1-3 contro i salentini-, vedremo chi sarà il prescelto, incaricato a guidare le Aquile. Chiunque sia, da domani si dovrà pensare al Matera.

Commenti

commenti