Rabbia giallorossa, vince il Francavilla di misura

Print Friendly, PDF & Email

Una sconfitta ingiusta, difficile da dimenticare. Con il “minimo sindacale”, la Virtus Francavilla batte un buon Catanzaro al “Fanuzzi” di Brindisi,  per 1 a 0. Dopo il gol, gli uomini di Gaetano D’Agostino hanno serrato i ranghi, difendendo il vantaggio. Le occasioni sciupate clamorosamente da Letizia ed Infantino, sicuramente non faranno dormire il tecnico, questa notte.

Dionigi conferma il 3-4-3 iniziale con Sirri e Nicoletti dall’inizio, mentre i tre davanti sono Letizia e Kanis a sostegno di Infantino. Onescu, come preannunciato, trova posto al fianco di Benedetti.

La Virtus Francavilla parte col turbo e passa alla prima occasione con il difensore Maccarrone, che al 7′ buca Nordi di testa, sugli sviluppi di un corner. Match subito in salita per gli ospiti. Incassato il colpo, il Catanzaro riordina le idee e reagisce: prima una punizione di Letizia termina sul fondo, poi Nicoletti al 17′, manda fuori da ottima posizione. Le Aquile vogliono rimettersi in partita, sebbene i padroni di casa riescano a difendersi e a creare qualche pericolo con Ayina, in un paio di circostanze. Minuto 40: Letizia, il migliore dei suoi, si presenta davanti al portiere Albertazzi e sciupa incredibilmente, facendo la barba al palo. Incredulità per i circa novanta supporters catanzaresi, pronti a liberarsi nell’esultanza. Poco dopo Albertini cerca il jolly dalla distanza, ma la sua intuizione si spegne sul fondo.

I giallorossi iniziano la ripresa determinati a rimontare, ma non riescono a sfondare le linee biancazzurre. Zanini e Nicoletti viaggiano sulle fasce, ma mister D’Agostino chiude ogni varco. Entrano Falcone, Imperiale e Marin per cambiare l’inerzia della gara, fin qui contratta. Al 74′ è clamoroso ciò che succede: “doppia” occasionissima per Infantino che prima prende il palo e, sul seguente tap-in, manda alto a porta sguarnita. Dionigi tenta il tutto per tutto inserendo anche Puntoriere e Anastasi, per il forcing finale, ma è inutile: il Catanzaro perde immeritatamente, la Virtus Francavilla “ringrazia” e prosegue verso i playoff.

La posizione dell’US, fermo a dodici punti, desta non poche preoccupazioni, specie se si considera che martedì arriverà al “Ceravolo” il Monopoli reduce dal turno di riposo e poi si andrà a Catania, che insidia la vetta dopo aver fatto “un sol boccone” del Bisceglie.

 

 

Commenti

commenti