SI GIOCA CONTRO… La Casertana

Print Friendly, PDF & Email

Farà visita allo stadio “Alberto Pinto”, il Catanzaro di mister Dionigi, rasserenato dal proscioglimento disposto in settimana, nell’ambito dell’inchiesta “Money Gate”, con la sentenza favorevole del Tribunale Federale Nazionale: ora finalmente, si può decisamente guardare al futuro con maggiore fiducia in casa giallorossa, sebbene vi sia ancora l’ostalo dell’Appello da aggirare, fra poco meno di un mese. Quindi, prima di poter cantare “vittoria”, occorrerà attendere esito positivo dal processo di Secondo Grado.

Troveremo una Casertana concentratissima, sabato alle 16.30: i ragazzi di Luca D’Angelo sono infatti consapevoli dell’importanza della delicatissima sfida, prima della finestra di mercato di gennaio, se si vuole evitare il rischio di una retrocessione che avrebbe ripercussioni disastrose sull’ambiente rossoblu.

Alfageme

D’altronde i dati non sono confortanti: due sconfitte consecutive, contro Bisceglie e Matera, penultimo posto in classifica con appena 15 punti raccolti in diciotto gare e la mancanza di giocatori importanti in attacco, in grado di risolvere una partita, fanno riflettere sui reali pericoli cui i falchetti andranno incontro, qualora non dovessero riuscire ad invertire da subito la tendenza dei risultati, avuta in questo girone di andata.

Sono quasi sessant’anni che il Catanzaro non vince a Caserta. I precedenti sono in tutto nove: “tre a due” le vittorie per i campani, mentre quattro sono stati i pareggi. Il primo scontro risale al lontano 29 aprile 1951 e finì 1-0 per i padroni di casa in Serie C, mentre il più recente è lo 0-0 del 12 dicembre dello scorso anno, con i falchetti che non riuscirono a scardinare la difesa compatta dei giallorossi allenati da Zavettieri.

Mister D’Angelo si affiderà quasi certamente davanti a Cardelli sicuro tra i pali, dovrebbe affidarsi alla difesa a tre con Rainone sul centro sinistra, Lorenzini centrale e Polak sul versante destro; De Marco e D’Anna esterni di centrocampo con De Rose e Rajcic centrali; a completare il 3-4-3, davanti, sarà Carriero a giocare in appoggio a Turchetta ed Alfageme, autore del gol del 2-1 nella gara d’andata al Ceravolo.

Arbiterà la sfida Manuel Volpi della sezione AIA di Arezzo: un precedente a testa: Catanzaro-Reggina della scorsa stagione (1-1) e Cosenza-Casertana del campionato in corso, conclusa con la vittoria rossoblu per 3-0.

 

Danilo Ciancio

Commenti

commenti