SI GIOCA CONTRO… La Paganese

Print Friendly, PDF & Email

Ospite al “Ceravolo”, questa domenica alle 16.30, la Paganese reduce dall’ottimo punto conquistato contro la capolista nella precedente giornata e che a Catanzaro vorrà trovare quel minimo di continuità per uscire dalla delicata situazione di classifica, che la vede relegata al penultimo posto con soli quindici punti.

Nonostante il momento positivo dei giallorossi, paradossalmente la trasferta potrebbe essere un vantaggio per la truppa di mister Massimiliano Favo, che fa dell’agonismo la sua caratteristica principale: in questo primo scorcio di campionato, la squadra campana si è dimostrata più a suo agio fuori dalle mure amiche del “Torre”, dove peraltro gli azzurrostellati non hanno mai vinto, ma solo pareggiato cinque volte e perso nelle altre occasioni; i restanti dieci punti sono arrivati dunque fuori casa, avendo totalizzato tre vittorie e un pareggio.

I precedenti al all’ex “Militare” sono a favore delle Aquile, che hanno vinto quattro volte, pareggiato una e perso solo nella scorsa stagione (0-2 contro la squadra allenata da Grassadonia) grazie alle reti di Deli e Reginaldo, mentre per i giallorossi Tavares fallì il rigore che a dieci minuti dalla fine, avrebbe potuto riaprire la contesa. Nell’album dei ricordi, il delizioso colpo di tacco con cui Ilarì infilò Marruocco, nel 2015.

Sarà Andrea Capone della sezione di Palermo ad arbitrare la partita: due precedenti positivi per il Catanzaro, nella stagione 2014-2015 contro la Lupa Roma e nella scorsa stagione con la Juve Stabia, mentre corrispondono a due sconfitte altrettante direzioni per i campani. Ad incitare i propri beniamini ci saranno anche i tifosi ospiti: dopo un primo momento, in cui si era temuto per il divieto della trasferta, è arrivato infatti l’atteso via libera.

Bensaja

Squalificato Tascone e indisponibili Fabinho e Pavan, sono ventuno i convocati per la trasferta calabrese. Favo dovrebbe disegnare il solito 4-3-3 con Gomis in porta; Pavan, Picone, Piana e Della Corte nel pacchetto arretrato; Scarpa e le ex “meteore” giallorosse Bensaja, Baccolo a centrocampo; Maiorano, Talamo e Cesaretti nel tridente offensivo.​

 

 

 

Danilo Ciancio

Commenti

commenti