Sport 360 – Il fallimento dell’Akragas

L’ultima spiaggia per non sparire dai radar del professionismo, era rappresentata dalla cordata iraniana, pronta a rilevare il club. Saltato l’accordo per motivi burocratici (le norme antiriciclaggio sul trasferimento di capitali), si scrivono i titoli di coda: la Società Sportiva Akragas Città dei Templi è fallita.

Il Gigante nulla può, stavolta, sgretolandosi su una struttura rivelatasi argillosa e non solida come manifestato la scorsa estate. Il presidente Silvio Alessi ha rassegnato le dimissioni, consegnando di fatto la squadra al Primo Cittadino di Agrigento, con un annuncio in conferenza stampa presso lo stadio “Esseneto”.

In un clima surreale, la squadra – di cui faceva parte il giallorosso Sepe fino a qualche giorno fa -sta continuando a lavorare, in vista della partita contro la Paganese, fuori casa. Ragionevolmente, come successo a Modena, non vi saranno più le condizioni per poter disputare gare ufficiali. Da calendario, il Catanzaro dovrebbe giocare in Sicilia il 18 febbraio, dopo aver vinto il match d’andata.

Commenti

commenti