“Allusioni che non stanno in piedi! Noi gruppo sano”: la squadra rigetta le recenti accuse

Il Catanzaro non ci sta e reagisce. La squadra si espone, per bocca del suo capitano, Emanuele Nordi, rigettando fermamente le recenti illazioni dell’AD etneo, Pietro Lo Monaco, il quale aveva definito da “Oggi le Comiche” l’autorete al “Via del Mare” di Di Nunzio.

Intervenendo in sala stampa, il dirigente del Catania aveva lasciato intendere di dubitare sulla bontà della dinamica che aveva causato il clamoroso autogol, come se il difensore giallorosso avesse mandato la palla intenzionalmente nella propria porta, a beneficio della capolista Lecce, impegnata nel testa a testa per il vertice, con i rossoazzurri.

Accuse rispedite al mittente, quindi, che non trovano fondamenta e, anzi, fomentano gli ambienti, come se la Serie C avesse ulteriormente bisogno di polemiche. <<Ciò che ho letto sull’autogol di Di Nunzio ha infastidito me e la squadra. Il nostro è un gruppo di professionisti seri, con valori e dispiace che qualcuno possa alludere a fatti che non esistono. Certo, avremo tanti difetti, ma abbiamo un gruppo solido di uomini, che vuole il bene del Catanzaro>>, tuona capitan Nordi, intervenendo prima del consueto briefing della vigilia, dell’allenatore. <<Non permettiamo a nessuno di affermare cose che non stanno in cielo, né in terra! Quanto successo, contribuirà a darci lo stimolo per dimostrare di essere un gruppo sano>>, conclude l’estremo difensore delle Aquile.

Commenti

commenti