Cozza e i soldi in nero: pugno di ferro della Disciplinare

Nove mesi di squalifica  ed un’ammenda di 11.900 euro per Ciccio Cozza. L’ex tecnico giallorosso, il cui arrivo coincise con la rinascita dell’US e la cavalcata verso la promozione del 2012, è stato squalificato dalla Commissione Disciplinare del Settore Tecnico della Federcalcio, in quanto accusato d’aver percepito 119.000 euro “in nero” nel giugno 2013, come “buonuscita” per sé e il suo staff, dopo l’esonero stabilito dall’allora presidente, Giuseppe Cosentino.

All’origine del provvedimento, l’inchiesta che vede coinvolto dallo scorso maggio proprio Cosentino per reati finanziari, che hanno portato alla luce anche quest’altra faccenda.

Commenti

commenti