Giovanili: la Berretti (almeno) batte il Rende

Panaia (Berretti)

Pioggia, gelo e… amarezza. I tifosi giallorossi, col “senno del poi”, avrebbero optato per un tè caldo davanti al caminetto, vista l’ennesima debacle del Catanzaro, impantanato al “Ceravolo” (mai come adesso, espressione appropriata) al cospetto di un Rende che si è dimostrato superiore, dal punto di vista mentale e anche tattico. Non può certo dire la stessa cosa la formazione Berretti biancorossa, piegata in casa dagli Aquilotti, con lo stesso risultato: insomma, “pan per focaccia” dai ragazzi di Accursi, come si suol dire.

Ad essere sinceri, l’undici di casa dà prova di compattezza e organizzazione, provando ad intavolare situazioni interessanti, ma gli ospiti reggono l’urto, senza concedere praticamente nulla di significativo. Lo 0 a 0 sembra scritto ma Panaia, al minuto 80, leva fuori il coniglio dal cilindro, sbloccando e risolvendo il match, presentatosi davanti al portiere del Rende dopo un’azione ben orchestrata dai compagni: 0-1 e tanti cari saluti! La Berretti coglie la terza vittoria consecutiva, staccando in classifica proprio Rende, Akragas (a riposo) e Reggina, stoppata in casa dal Siracusa. Per la cronaca, il Catania si aggiudica lo scontro al vertice con il Trapani e mette la freccia: 4-2 per gli etnei, adesso capolista del girone F.

Con Allievi e Under 15 a riposo, altra ottima prestazione dei Giovanissimi Regionali, che piegano la Kennedy JF, vincendo 5-1: il risultato conferma la superiorità evidente del Catanzaro, che domina per tutto l’incontro. Di Moio, Viotti, Funaro, Belpanno le marcature giallorosse, a cui si aggiunge una sfortunata autorete del portierino avversario.

Commenti

commenti