SI GIOCA CONTRO… La Sicula Leonzio

La Sicula Leonzio farà tappa al “Ceravolo”, domani pomeriggio, per una sfida che si preannuncia ostica, ma non proibitiva. Tuttavia, i giallorossi dovranno drizzare le antenne e restare sul pezzo, perché i pericoli potrebbero essere dietro l’angolo, dopo la ragguardevole prestazione di Lecce, cui non è seguita la vittoria. Questo genere di partite, paradossalmente, potrebbe presentare maggiori difficoltà. Alla seconda esperienza in serie C nella loro storia, i siciliano vestono il ruolo di matricola insidiosa e imprevedibile, con buoni risultati, da inizio campionato: attualmente, il Leonzio occupa la tredicesima posizione in classifica, con 26 punti, a sole due lunghezze dal Catanzaro.

Arcidiacono

All’andata – nel match recuperato lo scorso novembre – finì con un sofferto successo del Catanzaro, orfano dei suoi attaccanti principali, Letizia e Infantino entrambi infortunati: fu una doppietta di Falcone a regalare i tre punti alle Aquile, mentre Marano siglò il gol che fece rabbrividire gli ospiti a dieci minuti dalla fine, per la squadra allora allenata da Pino Rigoli. La sconfitta rappresentò il preludio del suo esonero, avvenuto una settimana dopo: al suo posto Aimo Diana, ​ex giocatore di Sampdoria, Brescia e Torino che ha avuto il merito di ridare fiducia ad un ambiente deluso dai risultati, riuscendo a recuperare punti utili per uscire dalla pericolosa zona playout. Proprio nella scorsa giornata, importante vittoria in chiave salvezza contro il Bisceglie, superato facilmente in casa per 3-1, frutto della grande prestazione del collettivo, in particolare degli attaccanti, tutti in gol.

Il mister bresciano predilige giocare con il 4-3-3 ma in conferenza stampa, ha fatto intuire che potrebbe modificare qualcosa tatticamente, in quanto costretto a rinunciare al fantasista palermitano Bollino, che nel corso dell’ultima gara, ha rimediato il quinto cartellino giallo e quindi lo stop per un turno. I bianconeri potrebbero pertanto schierarsi con l’esperto Narciso in porta; Pollace, Gianola, Aquilanti e l’ex giallorosso Squillace a formare il pacchetto difensivo; Davì, Esposito e D’Angelo a centrocampo; Lescano, Russo e Arcidiacono in attacco, da sempre calciatore forte e carismatico.

Sarà il signor Daniele De Remigis di Teramo l’arbitro designato a dirigere Catanzaro – Sicula Leonzio: al terzo anno di Can Pro, De Remigis sarà alla prima direzione per entrambe le squadre.

 

Danilo Ciancio 

Commenti

commenti