“SOS autogol”! Letizia e Sabato le note positive – Il punto di Claudio Pileggi

Errare è umano, perseverare è diabolico. Sì, perché due autoreti in due trasferte consecutive, praticamente identiche per la dinamica, sono davvero troppe. E mentre a Castellammare si era rimediato a pochi minuti dalla fine, a Lecce, invece, l’autorete di Di Nunzio è stata determinante per una immeritata sconfitta. Fino al minuto 56, infatti, si era visto più Catanzaro che Lecce, con un Tony Letizia in grande spolvero, autore di un bellissimo gol che aveva sancito il momentaneo pari. Dopo, è subentrato un pizzico di sconforto tra le fila della formazione di mister Dionigi e il Lecce ha potuto anche trovare la terza rete con Mancosu, controllando, a volte con qualche affanno, il forcing finale delle Aquile.

Prestazione comunque soddisfacente, al cospetto della capolista, con piacevoli conferme, come quella di Letizia, che si sta sempre più confermando il vero motore di questa squadra, e anche del ritrovato Sabato, il quale sta dimostrandosi davvero professionista esemplare, dopo aver trascorso ben quattro mesi relegato fuori rosa. Ci dispiace non aver visto nemmeno al “Via del Mare” il vero Infantino, anche oggi apparso in difficoltà; attendiamo ancora il suo ritorno di forma visto che la squadra non può prescindere da un centravanti di peso, capace di finalizzare il gran lavoro fatto dai compagni di reparto. Si può comunque guardare al futuro con relativa serenità, non perdendo però di vista l’obiettivo decimo posto, utile per i playoff. Perché, come scrivevamo la scorsa settimana, un pizzico di senso a questo campionato bisogna pur darlo.  

 

Claudio Pileggi

Commenti

commenti