Giovanili, derby con i rossoblù: esultano gli Allievi, Under 14 sconfitta a Vibo

Da Erra a Dionigi fino a Pancaro: di male in peggio, per il Catanzaro, battuto anche ad Andria, con i playout che spuntano all’orizzonte. A questo punto la conduzione tecnica c’entra “tanto ma non quanto”, perché indipendentemente da tutto, le Aquile non hanno mai fatto nulla per creare un’amalgama ed una identità di gioco definita. Solo approssimazione, nulla più e adesso, occorrerà darsi il colpo di reni per tentare la risalita e raggranellare quei dieci punti che, ad occhio e croce, servono per centrare la salvezza senza passare dall’incubo degli spareggi.

Nel frattempo, il settore giovanile dell’US si è concentrato sugli importanti impegni del weekend. Non appuntamenti qualsiasi, bensì il derby con il Cosenza, giocato sia dalla formazione Under 17 che dall’Under 15. Sorridono solo gli Allievi, per un gol che sembrava non arrivare più: a buttarla dentro, per l’1 a 0 che è valso il match, ci ha pensato Ferrara in extremis , spingendola in mischia da corner, al termine di un match combattuto, “maschio”, in cui ha vinto prima di tutto la correttezza reciproca, nel buon nome dello Sport e del Derby di Calabria. E’ questo l’importante. In verità, i padroni di casa non hanno proprio brillato, anzi, sono i Lupi a sfiorare il vantaggio, specie con il palo clamoroso centrato nella ripresa.

Tanto calore sugli spalti del Centro Federale, fin dalla mattina, quando i Giovanissimi si erano portati in vantaggio con Pipicella (poi espulso per somma di ammonizioni). Sfida equilibrata per più di un tempo, fino al pareggio rossoblù, giunto per un infortunio tecnico del portierino dell’US (può capitare, si rifarà!). A quel punto, il Catanzaro perde la testa, il contraccolpo del gol subito è forte tanto da non riuscire a reagire, anzi gli Aquilotti vanno al tappeto ed il risultato finale è 1-3. Toccherà alla Berretti – il cui campionato ha osservato la sosta – riprendersi l’onore, sabato prossimo, al cospetto del Cosenza.

Finisce in ginocchio anche la formazione Under 14, che perde il derby odierno a Vibo Valentia, piegandosi 2 a 0: un gol per tempo (Bruni e Maragò), consentono alla Vibonese, capolista del girone C, di imporsi sui coetanei giallorossi.

Commenti

commenti