Pari esterno della Berretti, secco 0-3 degli Allievi: le gare delle Giovanili

Mister Teti

Menomale che ci sono gli Aquilotti! A salvare il weekend calcistico per i colori giallorossi ci pensano, anche stavolta, le diverse formazioni del settore giovanile dell’US, che ottengono risultati importanti, mentre la prima squadra, da Dionigi a Pancaro, continua ad inanellare sconfitte su sconfitte, tanto da rendere pericolosa la classifica. Eppure, contro il forte Trapani, il Catanzaro non si è espresso proprio male, ma qualità, organizzazione ed esperienza dei granata hanno avuto la meglio.

La Berretti raccoglie un buon punto sul campo della Sicula Leonzio, dopo la battuta d’arresto interna con il Catania: certamente una reazione alla sconfitta della settimana scorsa, ma c’è da rammaricarsi per non aver fatto bottino pieno, dopo essere passati in vantaggio, al 10′, con Portolesi, bravo a finalizzare un’azione ideata da Fania. Il pari dei bianconeri arriva nella ripresa, con un tocco di rapina sugli sviluppi di una punizione precedentemente impattata sulla traversa. Con questo 1-1, i ragazzi di Accursi toccano quota 16, mentre il Leonzio passa a 21, sebbene Trapani e Catania stiano conducendo un cammino a parte, nel girone F.

Gli Allievi evidentemente non sentivano sazietà dal 5-3 impartito sul Trapani, perché sfoderano un’altra eccezionale prestazione sul campo del Matera (nella fitta nebbia), nonostante una direzione di gara non proprio all’altezza di un torneo giovanile, che ha partorito, tra le decisioni discutibili, l’espulsione del giallorosso Siracusa. A firmare il rotondo 0-3 che vale l’aggancio alla Reggina al quarto posto con 34 punti, ci pensano Napoli, Armignacca e Furina.

Anche i Giovanissimi rifilano tre gol ai materani, ultimissimi con appena 7 punti, ma il canovaccio è stato diverso. Non è stata proprio una passeggiata di salute a Montescaglioso, anzi, agli Aquilotti serve una strigliata nell’intervallo per farli destare, dopo un primo tempo scialbo, in cui il Matera è riuscito ad imporre il suo ritmo blando, senza produrre gioco tuttavia. I giallorossi passano con Moio, ma i padroni di casa pervengono al pareggio. Nella ripresa la musica cambia, quindi: l’US si riorganizza e tira fuori il carattere, raddoppiando con Iero e archiviando la pratica con Caliò. Vittoria importantissima, se si considerano i pareggi delle concorrenti, che colloca il Catanzaro a 33 punti con il Lecce, a sei lunghezze dalla coppia di testa Monopoli e Cosenza.

I Giovanissimi Regionali, infine, confermano il divario tecnico con i coetanei del girone C, battendo il Catanzaro Lido 2004 per 8-1. Una tripletta di Caparrotti, Marrazzo, Alessandro Viotti, Corapi, Lombardo e Caliò siglano una vittoria, superflua da commentare: predominio territoriale, dall’inizio alla fine.

 

Commenti

commenti