SI GIOCA CONTRO… Il Matera

Catanzaro di scena allo stadio “XXI Settembre-Franco Salerno” di Matera per una sfida che probabilmente segnerà -si spera in positivo – il cammino dei giallorossi in campionato, ancora alla ricerca di una precisa identità. Un Matera invece che sembra attualmente non risentire dei problemi societari, è reduce dalla vittoria per 2-0 a Fondi e punterà sicuramente a migliorare la sesta posizione in classifica ottenuta grazie ai 40 punti conquistati ad oggi in campionato.

La sfida non ha riempito pagine di annali, perché i primi incontri risalgono agli inizi degli anni ’90, con le Aquile fresche di retrocessione a tavolino in serie C2 per il famoso presunto illecito da cui iniziò il purgatorio calcistico che nei fatti sembrerebbe non avere mai fine. Quel primo incontro nella “Città dei Sassi” terminò 1-1 e a segno per il Catanzaro andò Paolo Mollica, ricordato perlopiù come autore del gol vittoria nello spareggio di Lecce contro il Nola, che illuse la tifoseria di aver raggiunto una salvezza sul campo: da lì a poco,tutto sarebbe svanito per motivi non calcistici.

Bernardo a Matera (Veglia -Materacalciostory.it)

Da allora le due squadre si sono incontrate altre otto volte e il bilancio è decisamente a favore dei lucani, vittoriosi in quattro occasioni, oltre a tre pareggi; unica vittoria dei giallorossi risale a due stagioni fa, una debacle per i padroni di casa che caddero sotto i colpi di Giandonato, Bernardo e doppietta di Mancuso per un imperioso  4-2 per gli uomini  di Sanderra.

All’andata al “Ceravolo” nel campionato in corso terminò 2-0 per la squadra di Auteri grazie ai gol di Casoli nel primo tempo e di Battista in pieno recupero. Quella di domani sarà comunque una sfida dall’esito incerto tra una squadra in piena corsa play off e un Catanzaro che tenta comunque di raggiungerli.

Entrambi gli allenatori non saranno della gara dovendo scontare le rispettive squalifiche (quella di Gaetano Auteri risale al 6 febbraio scorso): i lucani saranno così guidati da Lorenzo Cassia che tuttavia dovrà fare a meno di De Falco, Mattera, Stendardo e Maciucca. Il Matera potrebbe quindi schierarsi con il consueto  4-2-3-1: Golubovic in porta; Buschiazzo, Sernicola, Angelo e l’ex giallorosso De Franco in difesa; Urso e Strambelli a centrocampo; Sartore, Dugandzic e il temuto Casoli dietro l’unica punta Tiscione. L’altro ex dell’incontro Giuseppe Giovinco, sembra destinato a partire dalla panchina.

Sarà infine Daniele De Santis della sezione AIA di Lecce ad arbitrare la partita: al secondo anno di Can Pro, ha già alle spalle due precedenti con i giallorossi, entrambi terminati con una sconfitta, mentre per il Matera si tratterà della prima direzione di gara.

Danilo Ciancio

Commenti

commenti