“E’ successo in…” – 29^ giornata

Sprint finale di stagione che si preannuncia da brividi per la promozione diretta in serie B, con Lecce e Catania che perdono terreno mentre il Trapani incalza e raggiunge in seconda posizione proprio gli etnei, guardando ora con molto interesse la vetta distante solo sette punti.

Solo un punto quindi per il Lecce nella delicata sfida col Matera finita a reti inviolate, nonostante l’assedio costante dei giallorossi nel secondo tempo. Grandi proteste tra i salentini nei confronti del direttore di gara per alcuni episodi dubbi, il più clamoroso dei quali proprio al 90′ con l’attaccante Di Piazza da solo in area di rigore, che viene travolto dal portiere ospite Tonti ma per Massimi di Termoli mancano gli estremi per assegnare il penalty.

Anche il Catania non va oltre il pari a reti bianche nel “derby dell’amicizia” disputato al “Massimino” anche se a giocare in casa, da calendario, era la Sicula Leonzio: gara tattica e giocata con molto agonismo, dove ne hanno fatto le spese i giocatori più tecnici del calibro di Mazzarani e Lodi, con quest’ultimo che finisce anche espulso dal direttore di gara.

Impresa del Trapani che sbanca il “Ceravolo” di Catanzaro nonostante l’inferiorità numerica a causa dell’espulsione di Evacuo nell’ultima mezzora, con l’attaccante che risulta comunque match winner in quanto autore della zampata che vale il 2-1 e che permette ai granata di conquistare tre punti preziosi per il secondo posto in classifica. In precedenza, Infantino su calcio di rigore aveva ristabilito la parità dopo il vantaggio di Polidori.

Una travolgente Juve Stabia continua la corsa verso le posizioni che contano in chiave playoff e affonda con sette reti il malcapitato Akragas sempre più ultimo in classifica e con il destino che sembra ormai scritto: i gialloblù aprono con Mastalli e dilagano poi con Paponi, Strefezza e Canotto prima della splendida tripletta di Simeri nella ripresa.

Continua il momento no del Rende non apparso brillante nelle ultime gare dopo uno splendido cammino in campionato ed esce sconfitto dal “Marcello Torre” ad opera di una Paganese che prova così a risalire la china: 3-0 il risultato per gli azzurrostellati in gol con Papponi e doppietta di Scarpa.

Tre punti preziosi anche per la Casertana che prova a tirarsi fuori dalla zona playout vincendo al “De Simone” contro un Siracusa apparso rinunciatario: sesto risultato utile consecutivo dunque per i falchetti grazie ad un gol di Turchetta nella prima frazione di gioco, mentre per gli aretusei ora tocca preparare la difficile trasferta di Francavilla che rispettava questa domenica il turno di riposo in campionato.

Nella sfida salvezza tra Fondi e Fidelis Andria hanno la meglio i laziali con il minimo scarto: basta infatti una rete di Mastropietro al 25° del primo tempo per rispedire i biancoazzurri sconfitti dal “Purificato”.

Il terzo pareggio a reti bianche nella giornata è tra Bisceglie e Cosenza: pari noioso tra due squadre che si accontentano del punto a testa, con i Lupi che non vincono da sei turni.

Vittoria esterna infine del Monopoli in casa della Reggina: Genchi e Doudou per i biancoverdi ribaltano il vantaggio iniziale siglato da Bianchimano per gli amaranto.

 

Danilo Ciancio

Commenti

commenti