Pagelle

Tutti bocciati, si salvano Nordi e Letizia – Le Pagelle di Calvano

banner

Nordi – 6: Inerme sul primo gol, fa un miracolo sul secondo ma non basta. Se il resto della squadra non fa lo stesso è dura anche per lui non raccogliere palloni in fondo al sacco.

Zanini – 4,5: A.A.A. Zanini cercasi: dov’è il calciatore tutta fascia capace di inserirsi, segnare e fare cross? In Puglia sembra scendere in campo un gemello. Irriconoscibile.

Nicoletti – 5: Voto generoso per una prova difensiva di tutto il reparto arretrato davvero poco decorosa e certamente preoccupante.

Riggio – 4: Dover marcare Croce… è una “croce” per il Catanzaro. Senza grinta e incisività, in occasione del primo gol sembra un paletto fermo da buttare giù col vento. Lo stesso vento che prenderà in panchina a inizio ripresa senza che nessuno si meravigli della cosa.

Gambaretti – 5,5: Che aggiungere a quanto non già detto sulla difesa giallorossa? Lo salva il gol del momentaneo pareggio.

Marin – 4,5: Irriconoscibile anche lui. Ha poche idee e confuse, perde i contrasti e palloni pericolosissimi, da uno dei quali nasce il vantaggio andriese. Deludente.

Maita – 4: Qualcuno pensa che non sia nemmeno in campo ad un certo punto, salvo poi accorgersene tutti quando non marca l’attaccante dell’Andria in occasione del 2-1.

Onescu – 5: In genere fa un lavoro oscuro, ma stavolta esagera al punto di eclissarsi dalla manovra giallorossa, dimenticando di accendere la luce come in altre occasioni.

Falcone – 4,5: Si perde nell’anonimato generale, non riuscendo mai a creare la superiorità necessaria che gli viene richiesta.

Infantino – 5,5: E’ l’unico che almeno prova a fare qualcosa ma è troppo impreciso e nervoso (vedi ammonizione presa). Un paio di occasioni non facili ma comunque lontano dalla rete.

Cunzi – 5: Fumoso, ha il solo merito di propiziare la rete del pari dal corner, ma per il resto si adegua perfettamente alla prova deludente dei compagni.

 

Di Nunzio – 5,5: Entra per Riggio e se la cavicchia; fare peggio del compagno sostituito era impossibile.

Letizia – 6: L’unico che salta l’uomo e dà un po’ di fantasia e brio ma predica nel deserto.

Spighi – 5: Senza infamia e senza lode.

Sabato – 5: Come sopra, non si fa mai notare se non per qualche cross errato.

Mister Giuseppe Pancaro – 5:  Difficile giudicare dopo due partite. Si becca il voto medio di una squadra inerme, alla quale lui non sembra dare motivazione e forza. Sembra  un problema mentale più che tattico, che dovrà risolvere presto, oltre a mettere a posto una difesa imbarazzante. In bocca al lupo…

 

Francesco Calvano

Related posts

Furlan insuperabile, Kanoute momento di grazia – Le Pagelle

admin

Maita, gol da cineteca – Le Pagelle

admin

Soffre la difesa, Maita accende la luce nella ripresa – Le Pagelle di Calvano

admin