US Catanzaro Subbuteo, luci e ombre al Gran Premio di Rende

Weekend agrodolce per l’US Catanzaro Subbuteo impegnata a Rende nel Gran Premio Fisct “IV° Brutium Cup”: male la squadra il sabato, soddisfazioni invece nei tornei individuali di domenica.

Brutta prestazione dei giallorossi nel torneo a squadre del sabato, che li ha visti sconfitti anche da compagini meno blasonate. Hanno pesato enormemente sui risultati le vicissitudini del PalaGreco, ove era la sede dell’associazione, chiuso all’accesso dei soci dal comune di Catanzaro senza alcun preavviso il mese scorso: affrontare una competizione così importante senza allenamento ha fatto sì che i membri non potessero esprimersi al meglio.

E, infatti, nelle competizioni individuali della domenica i giocatori dell’US Catanzaro Subbuteo, con qualche minuto di gioco in più sulle spalle, hanno potuto dimostrare il loro livello chiudendo in crescendo la competizione. Alfredo Priamo ha ben figurato nel torneo Veteran uscendo sconfitto ai quarti dal vincitore del tabellone cadetti, nel torneo Open Gianfranco Gallelli dopo una serie di prestazioni maiuscole si è arreso in semifinale cadetti, per poi gioire per la vittoria del torneo del suo compagno di squadra Ugo Custo che, battendo Prestia dell’Atletico Vibo (compagine di serie B) con un sonoro 4-0, si è aggiudicato la competizione e ne ha “vendicato” la sconfitta.

Primo successo stagionale per Ugo Custo e prima vittoria in un Grand Prix per un giocatore dell’US Catanzaro Subbuteo. Menzione particolare, infine, per il giovanissimo Edoardo Priamo, che da Under 15 si è cimentato nella categoria superiore, Under 19, raggiungendo un eccellente secondo posto sconfitto in finale solo ai calci piazzati.

 

 

 

Nelle foto: Il vincitore del torneo cadetti open, il secondo classificato nel torneo U19, la squadra prima della partita con Stabiae)

Commenti

commenti