Aquile, un metro al traguardo: Pancaro nel post-gara

<<Era di vitale importanza, la vittoria. Abbiamo fatto la partita che avremmo dovuto fare>>. Questo l’esordio in conferenza stampa di un Pippo Pancaro finalmente sereno per l’obiettivo che si può dire ormai raggiunto a tre giornate dal termine (includendo il turno di riposo che osserverà il Catanzaro), anche se ancora non si può parlare di salvezza matematica.

Senza dubbio soddisfatto dell’atteggiamento della squadra, che gioca con sempre maggiore intelligenza e dei suoi giocatori che hanno fatto la partita che si attendeva, il mister di Acri ammette senza giri di parole che in questo momento di più non si sarebbe potuto fare: <<E’ vero, giocando in casa ci si aspetta un altro tipo di gioco, magari più propositivo, con maggiore palleggio e senza lasciare il pallino del gioco agli avversari, ma in questo momento dovevamo badare al pratico e andare a conquistare la partita nel modo con cui l’avevamo preparata in settimana, esattamente come è successo nella gara con il Cosenza – ammette-. Bravi a non rischiare nulla anche nelle palle ferme, a colpire nel momento opportuno e a creare azioni che potevano portare al raddoppio>>.

Rivolgendo i complimenti ai ragazzi per il modo in cui si sono messi a sua totale disposizione sin dal suo arrivo, Pancaro, tuttavia, lascia intendere che le motivazioni dovranno essere ancora più forti in queste ultime due gare di campionato. Alla domanda sulle speranze ancora di playoff per il Catanzaro, il mister è chiaro: <<E’ vero, guardiamo al punto che manca per centrare l’obiettivo principale della matematica salvezza, ma se riusciremo a fare qualcosa in più, di certo non ci tireremo indietro – rivela in tutta onestà-. Per questo continuerò a schierare fino alla fine la formazione che mi darà più garanzie, come fatto in queste ultime settimane e sono convinto che riusciremo a dimostrare che questa non era una squadra che doveva perdere un numero di partite così elevato nell’arco del campionato>>.

 

Danilo Ciancio

Commenti

commenti