Giovanili, weekend amaro

Mister Teti

Weekend amaro per gli Aquilotti. Al punto colto dagli uomini di Pancaro in quel di Fondi (dove si è assistito ad un secondo tempo di “tacita non belligeranza” tra le squadre), fa da contraltare la disfatta degli Allievi, che abbandonano ogni velleità, cedendo l’intera posta al Siracusa.

Ad onor del vero, i ragazzi di Teti hanno risentito della pressione di dover vincere a tutti i costi e sperare in un passo falso del Lecce, per poter arrivare tra le prime quattro. Gara contratta e nervosa, con il Siracusa in vantaggio nel primo tempo, dopo aver avuto diverse occasioni, incluso un palo. Cristiano rimette la gara in parità e, approfittando di un’incomprensione tra un difensore siciliano e il portiere ospite, insacca a porta sguarnita. Gli aretusei dimostrano però di avere una marcia in più, ma a far pendere la bilancia, l’espulsione di Platì (per proteste). I giallorossi crollano nel finale, ed il Siracusa chiude il match, sull’1-3. Peccato, occasione persa, ma non tutto è perduto: le sconfitte insegnano a crescere. Simili esperienze, potranno generare i frutti per un futuro ricco di soddisfazioni.

Non è diversa la musica per i Giovanissimi, battuti di misura dai coetanei siracusani. Gli Aquilotti macinano gioco, offrendo tutto sommato una buona prestazione, ma sono evanescenti nei sedici metri. Finisce 0-1, con i “leoncini” che fanno loro la partita, senza rubare nulla, va’ detto.

Cade anche la formazione Under 14, sconfitta dal Calcio Lamezia, per 2-1: a nulla serve il gol di Belpanno, perché Cristaudo decide la sfida, con una doppietta.

Commenti

commenti