Il Catanzaro batte il Siracusa: missione compiuta!

Il Catanzaro batte di misura il Siracusa e mette una seria ipoteca sulla salvezza, regolando la pratica nel primo tempo, grazie ad uno stacco poderoso di Riggio, che buca Tomei di testa, sugli sviluppi di un corner.

Pancaro conferma l’undici annunciato alla vigilia, con Nicoletti e Zanini sulle fasce e Riggio al posto di Sabato. In avanti, tandem Letizia-Infantino. Buon avvio degli aretusei mai particolarmente pericolosi, a parte un’iniziativa di Marotta all’inizio. I padroni di casa rispondono con Letizia e Riggio, vicini al gol. Il difensore siciliano pregusta ciò che avverrà di lì a poco. E’ il 23‘ e da un angolo, Riggio salta più in alto di tutti e realizza la rete dell’1-0. Spighi avrebbe la palla del raddoppio, ma spara alto, sebbene D’Ascanio avesse fermato il gioco per offside. Provvidenziale, in chiusura di tempo, l’uscita dell’estremo difensore ospite che si oppone a Zanini, lanciato a rete: ghiotta occasione per le Aquile, che vanno a riposo consapevoli d’aver disputato una buona prima frazione, con Marcantognini in totale controllo della situazione. Da registrare, i reciproci cori di stima tra le due tifoserie, a rinsaldare una bella amicizia.

Secondo tempo all’insegna dell’organizzazione tattica. Il Catanzaro di fatto non concede mai nulla di significativo ai Leoni di mister Bianco. Tomei si allunga su un tiro-cross deviato dalla destra del sempre attivo Zanini. Unico squillo degno di nota, per il Siracusa, è un’incornata pericolosa dell’ex Daffara, di poco alto sulla traversa. Al termine dei quattro minuti di recupero concessi da D’Ascanio, il match si chiude sull’1 a 0: Catanzaro a quota 40 punti, Catanzaro salvo!

Commenti

commenti