Siracusa, “match ball” da non fallire: la probabile formazione

Scelte obbligate (o quasi) per quella che si può definire la partita più importante della stagione. La gara di oggi rappresenta un match ball da non fallire, dopo un’infinità di occasioni dilapidate nel corso dei mesi, che hanno portato il Catanzaro ad impantanarsi nelle retrovie, rasentando quei playout da scacciare via assolutamente.

Rabberciato da pesanti assenze, su tutte quella del portiere Nordi, l’US dovrà fare sua la posta, onde evitare di andare a giocarsi la “testa” a Fondi e Pagani, in balia della fatalità. No, la chance che pone davanti il calendario è di quelle da non sprecare, perciò auspichiamo che ogni uomo in organico, si senta maggiormente responsabilizzato dall’importanza della partita.

Il 3-5-2 anti-Siracusa dovrebbe vedere l’ingresso di Riggio nel terzetto difensivo, al posto di Sabato, insieme a Gambaretti e Di Nunzio. In porta, quindi, Marcantognini, all’esordio nel crocevia dell’anno. Folta cerniera mediana, con Zanini nuovamente collocato sull’out di destra, vista l’assenza di De Giorgi; si rivede Nicoletti a sinistra, quindi, preferito a Sepe. Nella zona nevralgica, a fare legna e ad impostare, il recuperato Spighi, con Maita e Marin. In attacco torna Letizia e Infantino: la salvezza del Catanzaro deve necessariamente passare dai gol di due calciatori simbolo, che avrebbero potuto mettere il timbro sulla stagione con maggiore veemenza. E’ giunta l’ora che Infantino e Letizia, risultino finalmente decisivi. Calcio d’inizio alle 14.30. Arbitrerà D’Ascanio di Ancona.

Commenti

commenti