Subbuteo Catanzaro, svolti i campionati individuali

Il 12 e 13 maggio a Castel Volturno (CE) sono andati in scena i XLIV Campionati Italiani Individuali di Calcio da Tavolo/Subbuteo. L’US Catanzaro Subbuteo ha presentato ben tre giocatori nella manifestazione iridata che ha assegneto il tricolore nel Subbuteo Tradizionale.

Ugo Custo e Andrea Pagano rappresentano infatti la Regione Calabria mentre il terzo, Domenico Tassone, pur indossando la casacca giallorossa, approda alla kermesse nazionale qualificandosi da ranking nel difficile circuito Ligure.

Tre giallorossi tra i migliori 32 giocatori italiani di subbuteo tradizionale è già un successo per la giovane compagine subbuteistica catanzarese, ma l’appetito vien mangiando, i tre si sono presentati con tante incertezze vista l’inesperienza in ambito nazionale ma con la speranza di ben figurare tra giocatori dal passato glorioso e dal presente altrettanto vincente. La competizione ha visto i 32 partecipanti divisi in 4 gironi da 8 giocatori di cui solo leggere i nomi fa tremare i polsi, ma i nostri portacolori hanno tenuto bene il campo.

Ugo Custo chiude sesto a 9 punti frutto di 2 vittorie e 3 pareggi ma era terzo nel suo girone ad un turno dalla fine, il fatto di aver perso solo 2 partite la dice lunga sul rendimento di Custo in un girone equilibrato in cui spiccavano il già Campione d’Italia Signoretti e il finalista dell’ultimo Grande Slam di Pisa, il beneventano Puzella.

Andrea Pagano di punti ne fa 7 ma sfiora la qualificazione giungendo infatti quinto; peccato per alcuni cali di concentrazione dovuti all’inesperienza, forse bisognava crederci di più. Tra gli incontri disputati spicca sicuramente la buona prova fornita contro colui che da li a qualche ora si sarebbe aggiudicato lo scudetto individuale, Giuseppe Ogno. Pagano perde solo 3-1 ma rimane in partita sul 2-1 fino a pochi minuti dalla fine.

L’amaro in bocca maggiore rimane per Domenico Tassone, il capitano dell’Uesse che a giugno parteciperà a Roma ai Campionati Italiani di Serie C, totalizza ben 10 punti nel suo girone, frutto di 3 vittorie ed un pareggio giungendo quarto a pari merito con il ligure Canessa ma rimanendo fuori solo per la differenza reti, un vero peccato.

Chiusa la positiva parentesi dei Campionati Italiani individuali, i subbuteisti giallorossi adesso concentreranno l’attenzione sul prossimo campionato a squadre di Serie C di fine Giugno a Roma dove tenteranno di dire la propria scrivendo un’altra pagina della storia del subbuteo catanzarese.

Commenti

commenti