Pagelle

Ciccone migliore in campo, bene anche Maita e Nicoletti – Le Pagelle

banner

Golubovic 6,5: Non molto impegnato nel primo tempo, ma bravo a farsi trovare pronto su Guaita proprio allo scadere dei primi 45 minuti. Nella ripresa viene impegnato con tiri da lontano dove dimostra sempre grande sicurezza.

Celiento 6,5: Rispetto alle uscite precedenti, è ancora più preciso negli interventi: gioca in anticipo con i tempi giusti e resiste in campo senza perdere la lucidità nonostante l’infortunio alla spalla subito nella prima mezzora ne limiti inevitabilmente la foga

Riggio 6,5: Vince il ballottaggio con Signorini e la scelta di Auteri si dimostra azzeccata, in quanto il centrale guida la difesa con sicurezza e padronanza

Pambianchi 6,5: Unica sbavatura che poteva costare cara a fine primo tempo, quando si fa superare da Guaita con un lancio dalle retrovie, ma per fortuna Golubovic è attento. Per il resto una partita perfetta in difesa.

Iuliano 6: Molta sostanza al servizio della squadra (una conclusione personale nella prima frazione), soffre nel secondo tempo la diversa disposizione tattica del Potenza che esercita molto pressing sui portatori di palla, trovandosi spesso in inferiorità numerica a centrocampo.

Maita 6,5: Finché le gambe reggono, grande partita del capitano, che detta i tempi delle manovre rendendosi prezioso anche in fase di copertura: Auteri lo lascia in campo fino alla fine nonostante l’inevitabile calo alla distanza.

Nicoletti 6,5: Preferito a Favalli, è la lieta sorpresa della giornata. Da un suo spunto nasce il calcio di rigore della  vittoria, ma soprattutto dimostra una buona condizione fisica che gli permette nel secondo tempo di dare una grossa mano a Pambianchi nel limitare Guaita e Strambelli sulla fascia sinistra.

Statella 6,5: Grande partita di sacrificio per l’ex Ternana che ripiega anche in difesa quando ce n’è bisogno: partita necessariamente di contenimento ma l’avversario meritava molta attenzione.

Giannone 6: Da lui ci si aspetta tanto: in grado di inventare la giocata in qualunque momento della partita, non è altrettanto lucido al quarto d’ora quando Ciccone gli serve l’assist per il possibile 2-0 ma non controlla bene il pallone e la conclusione è imprecisa.

Ciccone 7: E’ meritatamente suo il primo gol della stagione per i giallorossi: dall’inizio fino alla fine crea scompiglio nella difesa avversaria e in progressione diventa inarrestabile. Da un suo colpo di tacco nasce il calcio di rigore su Nicoletti che poi lui stesso si incarica di realizzare con un tiro dagli undici metri magistrale (palla a sinistra, portiere a destra). Si ripete subito dopo servendo l’assist che purtroppo Giannone non riesce a finalizzare, mentre nel secondo tempo trova lo spunto per bruciare sullo scatto Di Somma ma il portiere avversario compie una prodezza e gli nega la gioia della doppietta: per questo, mezzo punto in meno.

Fischnaller 5,5: Al debutto in campionato, delude un po’ le aspettative: sarà stata l’emozione oppure la posizione in campo, al mister di Floridia il compito di scoprirlo .

D’Ursi 6,5: Giocatore rapido e dotato di grande tecnica, con il suo ingresso il Catanzaro prova di nuovo ad impensierire Ioime che è costretto a volare per deviare in angolo un tiro della punta giallorossa destinato all’incrocio)

Kanoute 6 quando ha spazio dà l’impressione di poter essere devastante. Una freccia importante nell’arco di Auteri

De Risio 6: Pochi minuti ma trova il tempo di una pericolosa conclusione da fuori area che finisce di poco fuori)

Repossi 6: Discreto impatto sul match Rileva uno stanco Ciccone e fosse stato più preciso sotto porta avrebbe trovato anche il gol grazie all’assist dalla destra di Kanoute

 

 

 

Mister Gaetano Auteri 6,5: La sua impronta è evidente e nei primi venticinque minuti in campo si è visto solo il Catanzaro. Nella ripresa, è vero, qualche indecisione di troppo tra i reparti poteva costare cara, ma è presto per valutazioni tecnico-tattiche. Al momento, al mister rivolgiamo un grosso in “bocca al lupo”, per il lavoro che lo attende!

 

 

 

Danilo Ciancio

Related posts

Riggio, gara perfetta. Infantino e Marin si sacrificano – Le Pagelle di Calvano

admin

Fischnaller, Kanoute e Statella: trio da applausi – Le Pagelle

admin

Fisch e Celiento lottano, il “6” è per pochi – Le Pagelle

admin