Giannone sugli scudi – Le Pagelle

Golubovic 6: Solo in un’occasione, ad inizio ripresa, calcola male i tempi dell’uscita e per qualche secondo fa trattenere il respiro ai tifosi sugli spalti. Fortunatamente Taurino è impreciso. Per il resto partita di ordinaria amministrazione, con la solita sicurezza anche con la palla tra i piedi

Celiento 7: Probabilmente tra i più in forma dei giallorossi, ricambia la fiducia del mister con una prestazione a tutto campo andando a pressare alto soprattutto nel primo tempo senza tuttavia rischiare nulla in difesa

Riggio 6,5: Se due indizi sono una coincidenza, tre fanno una prova: un gigante anche nella terza gara – nonostante il cartellino giallo ad inizio gara ne contenga la foga – comanda la difesa con la disinvoltura di un veterano confermandosi una pedina fondamentale nello scacchiere di Auteri

Signorini 6: E’ apparso in difficoltà dinanzi alla velocità di Taurino ed è costretto a qualche fallo di troppo. Fa però pesare i suoi centimetri anche in fase offensiva quando con un preciso colpo di testa va vicino al gol nel primo tempo, ma un grande intervento di Mengoni gli nega la possibilità di esultare

Maita 6,5: Più libero grazie alla buona copertura di De Risio si spinge maggiormente in avanti alla ricerca di conclusioni personali. A centrocampo mette ordine e nello stesso tempo funge da riferimento costante per la difesa giallorossa quando la Vibonese va in pressing alto

De Risio 7: Preferito a Iuliano, grande sostanza a servizio della squadra giallorossa: serve importanti assist per vie centrali e va vicino al gol con un colpo di testa sullo scadere del primo tempo. Con intelligenza rallenta nel finale la pressione della Vibonese procurandosi preziose punizioni a centrocampo

Statella 6: L’impressione è che ancora non abbiamo visto il vero Statella, nonostante non sia mancato il suo apporto sulla fascia destra: sappiamo quanto siano importanti gli esterni nel gioco di Auteri e con Giannone in appoggio è arrivato spesso al cross dal fondo

Favalli 5,5: Discreta l’intesa con Fischnaller sulla corsia sinistra, è però poco preciso negli appoggi; da alcuni errori nei disimpegni sono infatti nate pericolose ripartenze della Vibonese. Deve ancora crescere nella condizione

Giannone 7: Lo avevamo detto, è il giocatore in grado più di tutti di fare la differenza: con la palla al piede è capace di rendersi sempre pericoloso come nell’azione del primo gol, quando dopo aver saltato un avversario delizia il pubblico con una precisa verticalizzazione che mette Fischnaller libero di concludere davanti a Mengoni

Fischnaller 7: Già a Rende aveva fatto intravedere belle cose, andando vicino alla marcatura che solo la sfortuna ha negato: si riscatta con la Vibonese andando a siglare con precisione il suo primo gol in maglia giallorossa

Kanoute 6: Giocatore possente, nelle progressioni è capace di far male alle difese avversarie: tanto movimento e pericolose conclusioni sventate da un attento Mengoni, sfiora il 2-0 baciando la parte alta del montante. A volte impreciso e frettoloso, deve migliorare

 

 

Iuliano sv

Pambianchi sv

Ciccone 6,5: Entrare ad un quarto d’ora dalla fine e realizzare un gol su punizione così bello non è da tutti: seconda marcatura per il bomber giallorosso, protagonista in positivo anche questa volta nonostante i pochi minuti a disposizione

D’Ursi 6: La forza del Catanzaro di quest’anno sta probabilmente nelle alternative che il mister ha a disposizione: è lui a procurarsi con caparbietà la punizione che vale il 2-0

Mister Gaetano Auteri 7: Ancora tanto lavoro, ma la strada intrapresa sembra quella giusta per il tecnico di Floridia. Solita partenza imperiosa del suo Catanzaro, che nel primo tempo gioca un gran calcio mentre nella ripresa cambia l’atteggiamento diventando più accorto, anche in virtù delle energie spese. Si avvale dei cambi al momento giusto, che danno alla squadra quella linfa necessaria per lo sprint finale

 

Danilo Ciancio

Commenti

commenti