SI GIOCA CONTRO… La Vibonese

Dopo un anno tra i Dilettanti la Vibonese è ritornata a giocare in Serie C, con una promozione conquistata grazie allo spareggio vinto ai calci di rigore contro la sorprendente compagine siciliana del Troina. I rossoblu sicuramente quest’anno proveranno a capitalizzare l’ultima esperienza per disputare un campionato maggiormente competitivo, considerato che nelle precedenti stagioni in serie C ha quasi sempre dovuto lottare fino alla fine per raggiungere la salvezza.

In questo inizio di stagione, la Vibonese ha giocato all’esordio un’ottima partita sul campo del Bisceglie, conducendo per larghi tratti il gioco ma facendosi sorprendere da un gol dei pugliesi nel primo tempo che ha messo in salita un match riequilibrato poi dal gol di De Carolis.

Nella seconda gara disputata in casa, una clamorosa sbandata durata due minuti nella ripresa, ha regalato il doppio vantaggio al Trapani, durato fino alla fine. Una squadra dunque difficilmente decifrabile, anche alla luce della recente amichevole al “Ceravolo”, al termina della quale i giallorossi hanno avuto la meglio per 1-0, grazie ad un gran gol di De Risio (autore, suo malgrado, della leggerezza che ha generato la rete del Rende)

I precedenti. Il confronto è relativamente recente tra le due squadre, considerando che la prima sfida in campionato è datata 2006: al “Ceravolo” prevalgono i pareggi (quattro) contro le due vittorie giallorosse (l’ultima, dicembre 2016, porta le firme di Cunzi e Giovinco), mentre la sola vittoria degli ospiti per 4-2 è avvenuta nell’ottobre 2010. A questi confronti si aggiunge quello più delicato datato maggio 2017, valevole per l’andata dei playout, vinta dal Catanzaro per 3-2, risultato rivelatosi fondamentale per la permanenza in serie C considerato che al “Luigi Razza” terminerà 1-1.

Auteri domani sera (calcio d’inizio alle 20.30) troverà di fronte il 3-5-2 di Nevio Orlandi e molto dipenderà dalla posizione che in campo occuperà il nigeriano Obodo (fratello del più famoso Christian), se da centrale di difesa come all’esordio o a centrocampo, della partita successiva. Probabilmente alla fine l’allenatore rossoblu opterà per uno schieramento simile alla trasferta pugliese con l’amato ex Mengoni in porta; una difesa a tre con Obodo affiancato da Malberti e Silvestri; a centrocampo spazio per vie centrali a Melillo, Donnarumma e Prezioso, mentre Finizio sarà l’esterno laterale di destra e Maciucca quello di sinistra; in attacco, al fianco dell’argentino Bubas, candidato principale è Taurino.

 

 

Danilo Ciancio

Commenti

commenti