“Ora continuità nei punti, non solo prestazione”: il diktat di Auteri

Respira a pieni polmoni, il Catanzaro, ora che la prima vittoria esterna è stata finalmente ottenuta. Non che questa abbia – in un certo senso – interrotto una “crisi”, però è pur vero che per le Aquile, lo “zero” alla casella “vittorie fuori casa” iniziava a pesare. Eppure, l’armonia in casa giallorossa non è mai mancata: nel quartier generale del Poligiovino, concentrazione e lavoro sono sempre state le prerogative della truppa di Auteri, che è tornato a parlare, alla vigilia dell’imminente impegno di campionato.

Da Pagani a Pagani, due mesi senza vincere lontano dal “Ceravolo” rappresentavano un arco temporale un po’ troppo lungo per una squadra concepita per dire la sua in ottica promozione. Questa tanto agognata vittoria esterna, quindi, non può che rinsaldare la consapevolezza del proprio potenziale e stimolare a far sempre meglio. La Juve Stabia – col dovuto rispetto per gli azzurrostellati – non è la modesta Paganese e rappresenta un importante banco di prova.

<<Le volte in cui abbiamo perso non avevamo certo fatto male. Ora dobbiamo continuare a crescere, ed è importante dare continuità di punti, non solo nella prestazione e nel rendimento, specie se consideriamo il doppio turno in casa>>: potremmo sintetizzare così il pensiero di Gaetano Auteri, a poche ore dal match contro le Vespe e proiettandosi anche al recupero con la Reggina, di martedì 23.

Avversario arduo al cospetto del quale, diverse volte, le Aquile sono rimaste in ginocchio. Memorabile, per i tifosi giallorossi e per lo stesso Auteri, una vittoria in rimonta a fine 2009, dell’allora Effecì. Passano gli anni, ma la compagine vesuviana resta sempre tosta e agguerrita: <<La Juve Stabia ha mantenuto l’ossatura dello scorso anno, dando continuità tecnica e acquistando giocatori validi, quindi non è affatto una sorpresa – osserva il trainer di Floridia-. E’ un gruppo di spessore, con un mix di esperti e giovani promettenti. Abbiamo analizzato le loro caratteristiche ma indipendentemente dai valori tecnici, l’aspetto motivazionale vale conta per entrambi, però dobbiamo ricordarci che giocheremo in casa nostra>>.

Evitando di esporsi in pronostici, mister Auteri mette in guardia: <<E’ una squadra pericolosa, che subisce poco e concretizza. Dovremo stare molto attenti, cercando di non cadere in errori, perché loro, fino ad oggi, hanno dimostrato di saper castigare facilmente>>.

Commenti

commenti