SI GIOCA CONTRO… La Juve Stabia

Turno infrasettimanale per questa 7^ giornata di campionato, ospite al “Ceravolo” sarà l’ostica Juve Stabia. Dopo la Casertana di qualche settimana fa, un secondo test probante per l’undici di Auteri, reduce dall’ottima prestazione di Pagani che probabilmente ha restituito una squadra più sicura delle proprie possibilità.

Dando un’occhiata ai precedenti, i giallorossi sono in vantaggio: su dodici gare giocate (comprese quelle disputate al vecchio “Militare”), sono cinque le vittorie delle Aquile contro le due delle Vespe, cinque i pareggi. Sono sempre state gare intense, con gol e emozioni, ad eccezione delle uniche due sfide terminate a reti bianche nella stagione 2000/2001 e in quella appena trascorsa. Beneaugurante il precedente del 4 ottobre 2009 con mister Auteri in panchina: la partita terminò 3-2 per il Catanzaro, grazie alla doppietta del difensore Di Maio intervallata dalla rete di Montella, mentre per i gialloblu le marcature furono di De Angelis e Capparella. Da ricordare anche la vittoria (senza storia) al debutto del torneo 2014/15, allorquando quella che sembrava una corazzata – con Moriero timoniere – andò arenandosi nel giro di poche settimane; sul fronte opposto, il nostro Pasquale Logiudice.

Da questa estate il numero 1 delle Vespe è Felice Ciccone, leader della Financial Private Capital Limited che ha acquisito il 67% delle quote societarie. In panchina il nuovo presidente gialloblu è ripartito dal duo Caserta-Ferrara: per Fabio Caserta in particolare, quello del “Ceravolo” sarà un incontro molto sentito perché si confronterà con il maestro Auteri, suo primo mister quando giocava in C2, circa diciotto anni fa, nell’Igea Virtus.
Dopo aver superato il turno di Coppa Italia ai danni della Casertana (2-0 grazie alle reti siglate da El Ouazni e Paponi), le Vespe hanno avuto l’intera settimana a disposizione per preparare al meglio il big-match, grazie al turno di riposo osservato sabato scorso. I gialloblu finora in campionato hanno vinto nelle precedenti quattro giornate ed occupano la seconda posizione: l’obiettivo è quello di continuare la striscia positiva per consolidarsi nelle parti nobili della classifica, puntando al Trapani solo al comando.

 

Ventiquattro i convocati di mister Caserta che presenterà anche al Ceravolo il consolidato 4-3-3: Branduani si riprende il posto tra i pali (dopo il buon esordio di Venditti in Coppa Italia rimasto però a casa per infortunio); Vitiello, Marzorati, Troest e Allievi in difesa; Stallone, Mezavilla e Calò sulla linea di centrocampo; Carlini, Paponi e Canotto comporranno il tridente d’attacco, mentre il temuto Mastalli partirà probabilmente dalla panchina.

Un ritorno “speciale” anche se da avversario, nello stadio che l’ha visto spesso protagonista, quello di Gianni Improta: il baronetto di Posillipo solo qualche giorno fa ha abbracciato la sua nuova avventura con le Vespe e a distanza di qualche anno farà di nuovo parte dello staff dirigenziale del sodalizio campano, questa volta con il ruolo di Club Manager.
Sarà infine il signor Luca Zufferli della sezione AIA di Udine a dirigere il match che avrà inizio alle 18.30. Due precedenti per i giallorossi con l’arbitro friulano, entrambi nella stagione scorsa: Catanzaro-Fondi (1-0) e Catanzaro-Virtus Francavilla (1-1). Un solo precedente invece per i campani dello scorso campionato, Juve Stabia-Bisceglie (0-2).

 

 

Danilo Ciancio

 

Commenti

commenti