Aquile a Lentini, Celiento: “Gara dura, cercheremo di fare il nostro gioco”

Daniele Celiento, cuore e grinta. Il duttile difensore partenopeo si sta confermando pedina indispensabile dello scacchiere tattico di Gaetano Auteri, avendo sempre fornito prestazioni al di sopra della sufficienza.

Generosità associata a buone doti tecniche, quindi, per un giocatore che dimostra anche di cercare la via della rete in occasione dei calci piazzati, oltre ad una naturale propensione alla spinta sulla fascia, sebbene ricopra il ruolo di terzo di difesa.

Intervenuto ai microfoni della stampa, l’ex giocatore della Viterbese focalizza la sua attenzione sugli aspetti da migliorare, non sulle ottime indicazioni emerse in queste settimane: <<Ci stiamo impegnando a mettere in pratica le direttive del mister e credo che possiamo solo migliorare>>, ammette il numero 5 dell’US, secondo il quale la buona tenuta del reparto arretrato delle ultime gare, sia imputabile alla coesione del gruppo, al fatto che ognuno si applichi a difendere, a partire dagli attaccanti.

<<Ognuno di noi avverte un grande senso di responsabilità e dà il suo contributo; per questo, tra di noi, non esistono titolari inamovibili – continua- siamo calciatori importanti, quindi vi sono tutti i presupposti per migliorare gradualmente e fare un buon campionato, pensando alla singola partita>>, sostiene Celiento, che non manca di tessere elogi anche nei confronti di Furlan, ritenuto un <<ragazzo di spessore che offre sicurezza e potrà essere l’arma in più>>.

Rabberciato dalle assenze proprio nel pacchetto difensivo, il Catanzaro sarà chiamato a dare continuità contro la Sicula Leonzio, sabato sera, in casa di una squadra ostica, che punta ad intimorire e colpire chiunque, specie sul terreno amico: <<E’ vero, siamo un po’ “incerottati” dietro, ma chi sarà chiamato a sostituire gli assenti si farà trovare pronto. Mi aspetto una gara dura, dall’alto contenuto agonistico – dice sul match di Lentini-. La Sicula non si “accontenta” e cerca sempre di esprimere buon gioco, ma noi stiamo migliorando e cercheremo di metterli in difficoltà>>.

 

Commenti

commenti