Furlan punta in alto… con il Catanzaro: il portiere si presenta

Furlan

<<Qui c’è qualità, qualità vera>>, parole da numero uno. Il nuovo numero uno del Catanzaro, Jacopo Furlan, si è presentato alla stampa, parlando di sé e della squadra: <<Il mio obiettivo è allenarmi e fare bene, sperando di aiutare il Catanzaro nel raggiungere gli obiettivi prefissatisi>>. Tra questi, anche se a lungo termine – a sentire il diesse Logiudice – c’è la Serie B; una categoria alla quale <<aspiro ovviamente. Questa estate c’ero vicino, poiché alcune squadre che dovevano essere ripescate mi avevano contattato, ma poi sono rimaste in C e allora ho scelto Catanzaro dove c’è la prospettiva di raggiungere questo risultato insieme>>.

Furlan sogna, sperando che qualcuno segni, tanto per citare uno storico striscione, intanto però per l’estremo giallorosso <<è un fattore positivo prendere pochi gol, di solito le difese solide portano grossi risultati>>. E poi, <<il gruppo c’è, la qualità del gioco pure, quando gli episodi – finora tutti sfortunati –  gireranno dalla nostra parte allora sono sicuri che i risultati arriveranno>>, ha proseguito Furlan, convinto nel dire ciò dall’aver visto <<un gruppo solido, senza alcun segnale di scoramento>>.

Se a questi si aggiunge la <<grande passione e il grande attaccamento della tifoseria che ho visto fin dalla mia prima trasferta da professionista fatta proprio al “Ceravolo” col Viareggio>>, ecco che, per Furlan, il bicchiere è mezzo pieno. Colmo lo sarà quando <<sarò al 100% grazie alla partitelle e alle partite che farò che mi serviranno anche per limare la conoscenza con compagni e schemi. Quello che conta ora è ritrovare l’adrenalina e la concentrazione che da svincolato non è possibile avere>>.

E ritrovare, perché no, anche la vittoria. Quella che al Catanzaro manca da tre partite e che Furlan ha saputo cogliere l’anno scorso proprio al “Massimino” di Catania col suo Trapani. Che sia di buon auspicio?

 

Francesco Calvano

Commenti

commenti