SI GIOCA CONTRO… La Sicula Leonzio

Nuova sfida siciliana per il Catanzaro che affronterà questa sera la Sicula Leonzio al “Sicula Trasporti Stadium-Angelino Nobile” tornato quest’anno disponibile dopo i lavori di restauro che hanno costretto i bianconeri, la scorsa stagione, a disputare quasi tutte le partite casalinghe al “Massimino” di Catania.

Cammino altalenante per la compagine siracusana, reduce dal buon campionato disputato da matricola la scorsa stagione, quando con la guida di Aimo Diana (subentrato in corsa a Pino Rigoli) centrò i playoff grazie al decimo posto in classifica. Quest’anno, tuttavia, il Leonzio è ancora alla ricerca di una precisa identità. Solo due pareggi con Bisceglie e Cavese (entrambi senza reti), poi solo vittorie o sconfitte: capace di espugnare i difficili campi di Pagani e Viterbo, battere in casa il Potenza, ma anche di cedere l’intera posta contro squadre come la Vibonese e il Rieti. Nell’ultima giornata, la sconfitta di misura di Monopoli (nonostante il vantaggio iniziale di Gomez e i due legni colpiti durante la gara) hanno condannato i bianconeri alla terza sconfitta esterna in stagione.

Diciassette sono i punti conquistati finora come i giallorossi (con due gare in più), ciò contribuisce a rendere la partita  indecifrabile per mister Auteri. Punti fermi dei siciliani sono sicuramente Juanito Gomez (trascorsi da serie A col Verona) e il temuto bomber Ripa, ma da non sottovalutare anche la voglia di far bene contro la loro ex squadra da parte di Tommaso Squillace e Mirko Esposito, che agiranno da esterni nelle rispettive fasce di competenza.

Lo scorso anno terminò 2-1 per le Aquile di Dionigi, grazie ad una doppietta di Falcone nella ripresa. Inutile, per i siciliani, la rete di Marano, nel finale. Completano i precedenti in Sicilia tra Leoni e Aquile, un pareggio, due vittorie per la Leonzio e il successo giallorosso del 30 maggio 1993 (2-0 con gol di Babuin e Mancuso).

Quest’anno un incrocio tra i mister delle due squadre che promette spettacolo: Paolo Bianco e Gaetano Auteri si affronteranno per la terza volta in carriera dopo i due precedenti della passata stagione quando guidavano rispettivamente Siracusa e Matera. In entrambe le occasioni vinse il tecnico di Floridia che a Lentini ritorna in ogni caso da ex avendo lì disputato le ultime sue gare nella carriera da calciatore.

A Lentini oggi il Presidente della Sicula Leonzio, Giuseppe Leonardi, si farà promotore di un’iniziativa voluta dalla Lega Pro in occasione della Giornata Internazionale contro la Violenza sulle donne. Un gesto di sensibilità e di riguardo sarà rivolto ad ogni donna che presenzierà sugli spalti dello stadio, con la donazione di una rosa bianca.

Mister Bianco

Paolo Bianco dovrebbe presentarsi in campo con il 3-4-2-1: Narciso tra i pali; Mirko Esposito, Ferrini e Laezza in difesa; Aquilanti, Cozza, G. Esposito e Squillace a centrocampo; Russo e Gomez dietro il bomber Ripa.

E’ campano l’arbitro designato a dirigere l’incontro: Michele Di Cairano della sezione AIA di Ariano Irpino, al secondo anno di Can Pro, fischietto inedito per i giallorossi mentre la Sicula conta un precedente dello scorso anno nella sfida con la Fidelis Andria terminata in parità. Calcio d’inizio alle 20.30.

 

Danilo Ciancio

Commenti

commenti