“Un’emozione segnare sotto la Curva. Devo dare di più”: Kanoute ai microfoni

Il riscatto di Mamadou Kanoute. Giunto in chiusura di mercato estivo e dopo un avvio a fari spenti, l’attaccante senegalese pare finalmente si sia ritrovato. Nulla da eccepire circa le qualità tecniche che, nel tempo, lo hanno reso calciatore stimato (e ambito) in tutta la categoria, ma vero è che sui Tre Colli, non aveva proprio brillato all’inizio, faticando un po a salire sulla giostra di Gaetano Auteri. Giostra che gira velocemente e che – per ammissione del mister – “non conosce titolari né riserve, ma solo uomini funzionali al progetto”.

Infatti, al momento il 25enne ex sannita pare aver superato Giannone nelle “preferenze” del tecnico, componendo con Ciccone e Fischnaller un trio offensivo temibile. Perlomeno questo è quanto emerso nelle ultime uscite. <<E’ stato emozionante fare gol sotto la curva – sostiene Kanoute, autore della rete che ha sbloccato la gara con il Rieti-. Sto crescendo fisicamente e ne sono contento, ma posso crescere, sento di poter fare sempre di più. Devo dare di più>>.

Il numero 17 delle Aquile individua nell’affiatamento del gruppo (e degli attaccanti, in particolare) la ragione del graduale miglioramento, specie nei sedici metri, nota dolente di questo primo scorcio di stagione: <<Stiamo entrando nei meccanismi impartiti dal mister, perciò in attacco ci stiamo trovando meglio – rivela-. Siamo più decisi nell’ultimo passaggio e cattivi sotto porta. Mancava solo questo davanti. Sapevamo che, prima o poi, i gol sarebbero arrivati>>.

Nessun motivo per abbassare la guardia e bearsi di quanto di buono è stato fatto ultimamente. Kanoute (che rivela di ispirarsi al fantasista del Chelsea, Hazard), vuole mantenere “l’asticella” dell’attenzione alta, perché un’altra insidia è alle porte e si chiama Sicula Leonzio<<Occorre pensare ad una partita per volta e giocare come sappiamo. I risultati arriveranno, dobbiamo restare sereni e concentrati – conclude-. Nessuno regala niente, andremo a Lentini sapendo che non sarà facile portare via i tre punti>>.

Commenti

commenti