“Bei ricordi a Matera, ma prevale la razionalità”: Auteri alla vigilia

Dicembre di trasferte per il Catanzaro. Dopo lo stop imposto dalla Prefettura (data la concomitanza dell’udienza nell’ambito del processo “Stige”), i giallorossi torneranno in campo, ancora una volta lontano dal “Ceravolo”.

Gaetano Auteri, però, sentirà comunque aria di casa, domani sera, al “XXI Settembre-Salerno” di Matera, al cui timone è rimasto per tre anni: <<Certo, sarà emozionante tornare in un ambiente bellissimo – rivela il tecnico, prima della partenza-. Una città splendida, con una tifoseria civile e sportiva. Abbiamo raggiunto posizioni importanti (su tutte la finale di Coppa persa col Venezia), ma questo mestiere impone di passare oltre i ricordi, perché prevalgono lucidità e razionalità>>. E non può essere altrimenti per il trainer delle Aquile, consapevole dell’importanza del match, sebbene non voglia proprio pensare a come si proietterebbe la squadra in vista della pausa invernale, qualora dovesse cogliere un risultato positivo.

Indipendentemente dalla delicata situazione sui Sassi, Auteri mette in guardia da una squadra orgogliosa, motivata a salvarsi, tra mille difficoltà: <<E’ una buonissima squadra, con un blocco di giocatori di spessore. Sarà la classica gara impegnativa di serie C, con grande equilibrio e agonismo. Comunque ritengo che il Matera possa centrare tranquillamente salvezza. Servirà la determinazione avuta a Brindisi contro il Francavilla, e spirito d’iniziativa per far prevalere le nostre qualità. Stiamo bene fisicamente, abbiamo una rosa ampia e di alto profilo, non mi aggrappo agli assenti – conclude-. Mi riserverò alla fine di decidere chi scenderà in campo>>.

Commenti

commenti