Notizie Partite Primo Piano

Il Catanzaro torna al successo: finisce 3-1 col Siracusa

banner

Un Catanzaro padrone assoluto del campo centra il suo decimo risultato utile consecutivo nell’ultimo appuntamento al “Ceravolo” per questo 2018. Dopo il pareggio nel monday night di Matera e la vittoria odierna della Juve Stabia, i tre punti per i giallorossi erano d’obbligo ad una giornata al termine del girone d’andata (senza considerare il recupero della gara con la Viterbese da disputare) e così è stato al termine di 90 minuti che hanno visto i giallorossi dominare l’incontro ed esercitare una netta supremazia sulla squadra aretusea. Il risultato finale è di 3-1, con le marcature di Giannone e doppietta di uno scatenato Fischnaller, mentre per il Siracusa in gol Tiscione all’esordio. Buona la risposta del pubblico in questa ultima gara dell’anno al “Ceravolo”, circa 5 mila gli spettatori paganti.

Aquile schierate con il solito 3-4-3: Signorini prende il posto in difesa di Figliomeni infortunatosi in terra lucana, mentre in attacco Auteri si affida al trio D’Ursi-Fishcnaller-Giannone, con l’acciaccato Kanoute che partirà dalla panchina. Nessuna novità negli altri ruoli, tutti confermati rispetto alla gara di Matera. Minuto di raccoglimento ad inizio gara e commozione sugli spalti per ricordare gli sfortunati ragazzi di Catanzaro vittime di incidenti stradali in questa settimana, oltre allo storico magazziniere dei giallorossi ai tempi della serie A, “mastro” Alfredo Cristiano.

Parte forte il Catanzaro che già nei primi minuti avrebbe la possibilità di passare in vantaggio con una bella incursione dalla sinistra di Favalli ma l’esterno conclude fuori dallo specchio della porta. Al 6′ è D’Ursi a trovare un varco centrale ma si allunga di poco la palla e Messina può intervenire a respingere la conclusione.

Replica subito il Siracusa che con due veloci verticalizzazioni libera Catania al tiro ma Furlan è bravo e pronto a respingere allungandosi sulla sua sinistra.

Neanche il tempo di fare il loro ingresso in curva “Mammì” i circa 50 tifosi aretusei e il Catanzaro al 17′ va in vantaggio con Giannone: gran parte del merito va a D’Ursi che dal vertice sinistro lascia partire un potente tiro  che Messina riesce solo a respingere ma il fantasista giallorosso di testa è lestissimo ad anticipare l’intervento del diretto marcatore siglando l’1-0 per i giallorossi!! Ammonizione per il n. 10 che va sotto la curva a festeggiare togliendosi la maglia.

Volata via la prima mezzora, dopo il gol la partita vive una fase di stanca con il Catanzaro che si limita ad amministrare senza rischiare nulla: a parte l’intervento su Catania nei primi minuti, Furlan è rimasto inoperoso.

Al 37′ veloce ripartenza dei giallorossi con D’Ursi sulla fascia sinistra che crossa al centro dove Fischnaller è bravo a stoppare il pallone al limite dell’area ma conclude alto.

Raddoppio del Catanzaro al 39′: azione da manuale del calcio con Maita che dopo un veloce scambio con Iuliano entra in area di rigore e la mette dentro per l’accorrente Fischnaller , l’attaccante è bravo ad inserirsi e a depositare la palla di piatto nell’angolo sinistro dove Messina non può arrivare. E’ 2-0 per i giallorossi.

Termina con un minuto di recupero il primo tempo con gli applausi convinti del pubblico di fede giallorossa che in questi primi 45 minuti si è sicuramente divertito nonostante il vento freddo sugli spalti del “Ceravolo”.

Riprendono i nuovi 45 minuti e il Catanzaro parte nuovamente forte: Celiento  al 51′ segna sugli sviluppi di un calcio d’angolo ma l’arbitro annulla per fuorigioco tra le proteste dei giallorossi. Ma è solo il preludio del terzo gol che arriva immediatamente dopo, al 52′ con un’azione strepitosa di Fischnaller che lanciato centralmente con un lungo rinvio di Furlan, riesce di tacco a controllare la palla portandosela sul destro lasciando poi partire un tiro potente che supera sulla sua destra l’estremo difensore azzurro. Doppietta personale meritata per l’attaccante altoatesino e 3-0 per i giallorossi!

Il Siracusa accusa il colpo e rischia di capitolare nuovamente prendendo il quarto gol ma grazie ad un buco nella retroguardia giallorossa, Tiscione non si lascia scappare l’occasione per siglare il 3-1 accorciando così le distanze. Una rete inaspettata quella degli azzurri considerato quanto visto in campo finora.

Girandola di sostituzioni per il Catanzaro a poco più di venti minuti dalla fine: dentro Eklu, Ciccone, Repossi e Kanoute al posto di Maita, D’Ursi, Giannone e Fischnaller.

Da annotare una splendida giocata di Statella alla mezzora della ripresa che manda fuori giri Bruno, procurandosi un calcio d’angolo che però è senza esito. C’è da dire che i nuovi innesti hanno dato nuova linfa ai giallorossi che sembrano non allentare la presa tenendo la palla lontana dallo specchio della porta difesa da Furlan.

Imponente progressione di Kanoute all’85’: l’attaccante giallorosso fa tutto bene fino al tiro che termina fuori dallo specchio della porta. Al 90′ ennesima iniziativa di Iuliano ma la conclusione è bloccata da Messina.

Senza altri sussulti termina 3-1 per il Catanzaro la gara dopo 5 minuti di recupero: il Catanzaro torna a vincere e lo fa segnando tre gol ma soprattutto divertendo il pubblico sugli spalti con delle giocate davvero importanti, su un terreno sicuramente migliore rispetto a quello delle precedenti gare.

Danilo Ciancio

Related posts

Aquile, al “San Vito” il 22 dicembre alle 14:30

admin

Aquile, contro la Vigor solo un pari: al “Ceravolo” è 1 a 1

admin

Tutto pronto a Catanzaro-Salernitana: conferma per gli undici di Grosseto?

Cosimo Simonetta