Allenamenti Il Punto Interviste

“Ritornare sulla nostra strada”: Maita e Favalli alla vigilia

banner

Cosa commentare? Cosa aggiungere, ancora? Sdegno, incredulità. Ma il volto dell’US Catanzaro, attraverso i suoi tesserati, manterrà sempre compostezza e dignità. No, commentare le ultime (cervellotiche) vicende che hanno visto per protagonisti gli uomini “in giacchetta nera”, non ha senso. Non per chi vuole chinare il capo e raggiungere un traguardo. Nessun alibi, nessuna lamentela. Non per chi vuole vincere. Non a Catanzaro.

Nessun alibi, dunque, nemmeno dalla voce di Maita e Favalli, intervenuti ai microfoni a poche ore dalla trasferta nella vicina Potenza, nel mentre mister Gaetano Auteri sconterà la prima delle due giornate di squalifica inflitte.

<<Il Trapani resta una delle squadre più forti del campionato, che offre un grande calcio. Abbiamo avuto la sfortuna di incrociarlo nel momento sbagliato, dopo le otto ore di pullman nel giorno di Natale! Magari se avessimo giocato in casa, sarebbe stato diverso – osserva il capitano-. La nostra unica pecca èstata non aver chiuso la partita; poi, sbagliando il rigore abbiamo dato fiducia all’avversario. Però la squadra ha dimostrato di giocarsela alla pari, fuori casa. Dobbiamo soltanto continuare a fare ciò che stavamo facendo e riprendere la strada interrotta da questa sconfitta. Siamo uniti e crediamo che questa sia solo una battuta d’arresto “forzata”, giunta nel momento sbagliato>>.

Sul capitolo arbitri, Mattia Maita preferisce non sprecare parole e andare oltre. Ed è la risposta migliore: <<Subiamo torti dall’inizio, non voglio aggiungere niente. Abbiamo perso? Vuol dire che il campo ha detto questo, quindi non pensiamo agli errori arbitrali>>. Catanzaro in emergenza, tra incerottati (una lunga lista) e squalificati (Riggio e Iuliano), senza contare che mancherà praticamente una guida dalla panchina: <<Chiunque giocherà darà tutto se stesso. Il mister ha sempre detto che siamo tutti titolari e non abbiamo nessun problema ad adattarci a ruoli diversi – dice il numero 4 giallorosso, che continua a pensare alla vittoria del torneo-. Ci aspetta una gara difficilissima, ma scenderemo in campo come abbiamo sempre fatto, con l’atteggiamento di sempre e la mentalità vincente>>.

Alle sue parole, fanno eco quelle di Alessandro Favalli. <<Il Trapani merita di ritrovarsi tra le prime. A volte a noi manca quella cattiveria in più per portare la partita a casa. Purtroppo siamo stati puniti anche da episodi sfavorevoli. Ce la siamo giocata alla pari, con occasioni per raddoppiare, ma è andata male. Non averla chiusa, ha dato forza a loro>>, osserva l’ex ternano, il quale si espone anche sulle irregolarità non ravvisate al “Provinciale” da Sozza, in occasione del 2-1 dei granata: <<La palla non sembrava entrata e, nel 99% dei casi, un arbitro ravvisa fallo di confusione a favore della difesa. Adesso cancelliamo Trapani e ricominciamo a giocare come sappiamo. Domani saremo concentrati al massimo e, venendo da una sconfitta, si farà di tutto per centrare la vittoria, nonostante il Potenza sia una squadra tosta>>, ammette il 13 delle Aquile, soddisfatto del girone d’andata della squadra, quando domani avrà inizio il giro di boa. A tal proposito, conclude: <<E’ stato un buon girone d’andata, peccato per dei punti persi in partite in cui potevamo far meglio. Speriamo che il ritorno possa essere anche meglio. Personalmente, mi trovo bene col gruppo e in questo modulo, spero di poter migliorare>>.

Related posts

Prestia: “Abbiamo fame di punti”

admin

Nordi: “Meritiamo i fischi. Ognuno faccia un esame di coscienza”

Cosimo Simonetta

Aquile in viaggio, Dionigi: “Questo gruppo merita gratificazione”

Cosimo Simonetta