US al “Provinciale” di Trapani: variazioni in avanti

Tra poco in campo al “Provinciale” di Trapani. Tra poco capiremo se i sontuosi le portate natalizie resteranno “indigeste” oppure faranno da “antipasto” ad un capodanno sereno, si spera.

Chi non sarà fisicamente presente all’estremo occidente della Sicilia, si prepara a sostenere le Aquile, seduto a tavola, tra un boccone e l’altro, auspicando che non vada di traverso, perché l’avversario odierno è di quelli che non scherzano mica, anzi, dirà la sua fino alla fine nella lotta per la vetta, sebbene il cammino della Juve Stabia sembri inarrestabili.

Non può farsi trovare impreparato il Catanzaro di Auteri che, metabolizzata la convincente prestazione di domenica, sarà di scena in trasferta con l’intento di replicare la performance e provare a centrare un risultato positivo: al giro di boa mancano pochi metri ed è tempo di primi bilanci.

Così, nel consueto 3-4-3, i nodi da sciogliere riguardano l’artiglieria d’attacco, perché in difesa dovrebbe essere certa la conferma di Signorini (insieme a Riggio e Celiento) con l’ex Furlan tra i pali, accasciato al suolo dopo il fischio finale del match con il Siracusa. Statella e Favalli sulle fasce, ancora Maita e Iuliano in mediana. In avanti, dunque, dovrebbe rivedersi Kanoute dall’inizio, sostenuto da Giannone e Fischnaller. Panchina iniziale, a quanto pare, per Ciccone e D’Ursi.

Commenti

commenti