Allenamenti Il Punto

Aquile, si lavora verso Rieti

banner

Testa bassa e lavoro, lavoro ardimentoso nel quartier generale giallorosso. Due sconfitte consecutive, per di più uno scontro diretto perso. Il Catanzaro non depone le armi, giammai. Citando il post di D’Ursi – autore del velleitario vantaggio contro il Catania<<la guerra ancora deve finire>> e altre saranno le battaglie che accompagneranno la truppa di Gaetano Auteri ai playoff, perché è bene metterci il pensiero ormai, qualora qualcuno non l’avesse ancora fatto. Fosse entrato il penalty di Giannone a Castellammare e senza qualche svista arbitrale di troppo, la contesa per il primo posto magari sarebbe aperta, ma inutile tornare su ciò che è stato. Nulla da recriminare sul rendimento di una squadra che mastica calcio e fa divertire, a tratti con brio, artefice di un percorso fatto di sudore, sacrifici e risultati. Adesso i giallorossi hanno l’obiettivo di puntare al miglior piazzamento possibile in chiave spareggi, ecco perché riprendere la marcia è doveroso, già a cominciare dallo “Scopigno” di Rieti.

Mentre Figliomeni prosegue nella tabella di recupero che dovrebbe portarlo ad essere abile e arruolabile entro dieci giorni, proprio Giannone suscita qualche preoccupazione: il talentuoso numero 10 delle Aquile accusa un fastidio di natura muscolare. Nelle prossime ore si cercherà di capire se potrà essere della partita, domenica, proprio lui che contro il Catania non ha avuto modo di entrare in campo e dare il suo contributo mentre la squadra era sotto nel risultato, evidentemente non al meglio della condizione.

Related posts

Erra: “Aspetto risposte positive già da domani”

admin

Erra: “Mi aspetto una partita giocata a viso aperto”

admin

Aquile tra poco in campo col dubbio Squillace: pronto Di Chiara

Cosimo Simonetta