Probabile formazione

Arriva il Catania, spettacolo sugli spalti: la probabile formazione

banner

Uno stadio gremito sarà lo sfondo ideale di una sfida al vertice tra due nobili della Serie C, segnata da una storica rivalità sportiva. Gli ingredienti per un grande match ci sono tutti: il “Nicola Ceravolo” sarà teatro d’emozioni.

Chi non potrà prendere parte all’opera in scena, uno degli attori più attesi, Geatano Auteri, squalificato. Chiavi della squadra a Loreno Cassia. Se non altro il Catanzaro ritrova altre due figure importanti per la narrazione, quei Fischnaller e Kanoute tanto rimpianti a Bisceglie, al termine di una gara in cui è mancato proprio brio, estro, dinamicità: forse la peggiore performance delle Aquile, in questa stagione.

 

Recuperati, sì, ma non completamente: occorre non forzare troppo e preservare la condizione atletica dei due attaccanti per questo finale di torneo, che si preannuncia rovente. Insomma, Yaye e Fisch saranno della partita, ma difficilmente per novanta minuti al cospetto di un Catania che si appresta a mutare pelle, passando al 3-5-2.

Dunque, nel 3-4-3 davanti al rientrante Furlan, ecco nuovamente Signorini, insieme a Celiento e Riggio. Torna Iuliano in mediana a dare manforte a capitan Maita, mentre Statella viaggerà a destra. Prima, probabile, novità per quanto riguarda l’out di sinistra: stando a quanto subodorato in settimana, Favalli andrà in panchina, per lasciar spazio a Casoli (prova opaca al “Ventura” per l’ex Matera, domenica scorsa), che abbandonerà il tridente per occupare la fascia. In avanti, diversi i nodi da sciogliere. Bianchimano dovrebbe condurre il reparto offensivo, coadiuvato da D’Ursi e proprio da uno tra Fisch e Kanoute: con ogni probabilità, il forte senegalese subentrerà nella ripresa, mettendo tutta la benzina che ha in corpo nei momenti topici della partita. Dovrebbe quindi essere l’altoatesino il terzo d’attacco, dal primo minuto. Calcio d’inizio alle 14.30, fischierà Robilotta di Sala Consilina.

Related posts

Tra poco al “Ceravolo”: Sepe e De Giorgi dall’inizio

Cosimo Simonetta

Giallorossi in campo: tridente o tandem?

Cosimo Simonetta

US sul neutro di Brindisi: torna Figliomeni, Kanoute dall’inizio

Cosimo Simonetta