Notizie Partite Primo Piano

L’Us vince a Cava dei Tirreni: finisce 2-0 per i giallorossi

banner

Al termine di una sfida giocata con grande personalità il Catanzaro espugna per la prima volta nella storia il “Simonetta Lamberti” di Cava dei Tirreni per 2-0, grazie al rigore di Fischnaller al 25′ ed al raddoppio di uno scatenato D’Ursi nel finale di gara. Grande prova di carattere dei giallorossi che dopo 20 minuti devono fare anche a meno di Signorini e Bianchimano per infortunio. Con questi tre punti il Catanzaro aggancia il terzo  posto, ma con la partita contro la Viterbese ancora da recuperare, tutto è possibile.

Gara che si preannuncia interessante tra una Cavese imbattuta da dieci turni ed all’ inseguimento dei playoff ed il Catanzaro aritmeticamente ancora in corsa per la promozione diretta. Auteri deve fare a meno per la prima volta in stagione dell’infortunato Statella, si affida a Furlan tra i pali, Riggio, Signorini e Celiento in difesa, Maita e De Risio in cabina di regia con Casoli e Favalli sugli esterni, in attacco Fiscnhaller, Bianchimano e la novità Ciccone. Un centinaio di tifosi giallorossi nel settore ospite.

Parte forte il Catanzaro, oggi in maglia bianca, che nei primi 10 minuti va vicinissimo al vantaggio in più di un’occasione. Al 2′ è Casoli che si destreggia bene in area di rigore e conclude di destro ma De Brasi si salva in angolo. Sugli sviluppi sfortunato Fischnaller che conclude benissimo di testa colpendo però in pieno la traversa. Episodio dubbio al 5′ con Maita che subisce il fallo appena entrato in area di rigore, ma per l’arbitro è solo punizione dal limite tra le proteste dei giocatori giallorossi.

Al 20′ doppia tegola per la squadra di Auteri che deve rinunciare contemporaneamente per infortunio a Bianchimano e Signorini: dentro D’Ursi e Nicoletti.

Ma il Catanzaro vuole la vittoria e proprio il nuovo entrato D’Ursi su un lancio lungo riesce a prendere posizione su Silvestri al quale non rimane altro che abbattere il 7 giallorosso all’interno dell’area di rigore: questa volta il sig. Amabile di Vicenza non può fare a meno di indicare il dischetto. Si incarica della realizzazione Fischnaller che porta al 26′ in vantaggio il Catanzaro, meritato per quanto visto finora. Difesa della Cavese nell’occasione molto alta, ma bravo D’Ursi a crederci.

La Cavese prova a rendersi pericolosa ed al 41′ con un tap in di Heatley su tiro di Maza da fuori area respinto corto da Furlan segna il gol del pareggio che l’arbitro però annulla per una evidente posizione di fuorigioco dell’attaccante.

Proprio in pieno recupero ci prova Favalli che sfonda dalla corsia sinistra e appena entrato in area di rigore tira angolato ma De Brasi si allunga e salva in angolo. Non c’è tempo di batterlo perché l’arbitro fischia la fine dei primi 45 minuti che i giallorossi chiudono in vantaggio per 1-0.

Riprende la gara, nessun cambio tra le fila della squadra di Auteri che però, ricordiamo, ha già effettuato un doppio cambio forzato per sostituire gli infortunati Bianchimano e Signorini. Ritmi ancora alti, si riparte come si era terminato, con una nuova occasione sui piedi di Favalli che riesce abilmente ad incunearsi in area di rigore concludendo però centralmente su De Brasi. Risponde la Cavese che va alla conquista di un calcio d’angolo. Partita frizzante come nei primi 45 minuti, al 49′ Catanzaro vicinissimo al raddoppio con Ciccone che parte sul filo del fuorigioco e una volta entrato in area di rigore rientra per concludere di sinistro, soluzione potente che va fuori di poco. Catanzaro che continua ad esercitare un buon pressing alla ricerca del raddoppio ed al 57′ ci va vicinissimo con Casoli che la mette dentro dalla destra e il difensore Filippini devia in angolo rischiando l’autorete. Fioccano le azioni per i giallorossi che però non riescono a trovare il colpo del ko. Cavese che prova solo con qualche ripartenza ad impensierire la retroguardia delle Aquile che però è molto attenta.

Al 70′ dentro Posocco ed Eklu al posto di Fischnaller e Ciccone. Chiaro l’intento di Auteri di proteggere l’unico gol di vantaggio dopo aver speso molto.

All’85’ il Catanzaro raddoppia: è ancora D’Ursi protagonista e questa volta fa tutto da solo, si invola da metà campo resistendo anche ad un fallo del difensore e una volta raggiunto De Brasi lo fredda con un preciso piatto all’angolo destro. Ancora una volta grande giocata del folletto giallorosso che porta il Catanzaro in vantaggio per 2-0.

Partita ormai chiusa, si trascina fino al triplice fischio finale, con D’Ursi che avrebbe la possibilità di segnare anche il terzo gol ma la conclusione è alta. Il Catanzaro espugna con merito il “Simonetta Lamberti” di Cava dei Tirreni grazie ai gol di Fischnaller nel primo tempo e di D’Ursi nella ripresa. Festeggiano in campo i giocatori giallorossi che vanno a prendersi gli applausi meritati dei propri tifosi.

A  breve approfondimenti dei nostri inviati presenti a Cava dei Tirreni.

 

Danilo Ciancio

 

 

Related posts

Spader: “Sono fiducioso per il derby”

admin

Aquile, Mister Erra l’uomo della svolta. Razzitti il più presente sin qui

admin

Moriero-Catanzaro, “questo matrimonio s’ha da fare”

Cosimo Simonetta