Pagelle

Maita, Yaye e D’Ursi una spanna sopra gli altri – Le Pagelle

banner

Poco da rimproverare all’impegno di tutti, due errori difensivi spianano la strada al Catania

Furlan 6
Si supera su una punizione angolata di Lodi, un intervento davvero da applausi del portierone giallorosso. Probabilmente infelice la scelta di uscire in anticipo su Di Piazza nell’azione che porta al raddoppio rossoazzurro
Celiento 5,5
Sul gol di Marotta si fa prendere in contropiede anche se l’assist di Di Piazza è davvero molto bello. Prova un recupero miracoloso sul secondo gol e probabilmente ci sarebbe anche riuscito se Furlan gli avesse lasciato il tempo di farlo
Signorini 5,5
Si immola a metà primo tempo murando con il corpo un tiro a colpo sicuro di Marotta. Positiva la gara fino all’azione del raddoppio quando perde la posizione su Di Piazza scegliendo erroneamente di seguire Riggio in uscita su Marotta anziché mantenere la guardia sull’autore del gol
Riggio 5,5
In entrambe le reti etnee la posizione della difesa ha lasciato più di qualche dubbio: al cospetto di bomber del calibro di Marotta e Di Piazza perde purtroppo la sfida
Maita 6,5
Il capitano è l’unico a cercare fino all’ultimo un’invenzione per arrivare quantomeno al pareggio ma la sfortuna e un torto arbitrale (su di lui un rigore apparso netto), non gli permettono di raggiungere l’obiettivo
Iuliano 6
Parte bene sradicando palloni dai piedi degli avversari e calciando alla perfezione l’angolo che porta al vantaggio giallorosso. Cala alla distanza finendo per essere sostituito
Statella 5,5
Gli avversari raddoppiano sistematicamente su di lui e non gode dei soliti spazi. Nessun guizzo degno di nota questa volta e – a corto di ossigeno – gli viene preferito a metà ripresa il più fresco Favalli
Kanoute 6,5
Il Catanzaro ha bisogno di lui. Palla al piede è sempre imprevedibile e spostato sulla fascia ad inizio ripresa confeziona le azioni più pericolose per i giallorossi. Poco prima del pareggio del Catania, aveva recuperato con caparbietà la palla dai piedi di Marchese, servendo l’assist per D’Ursi che si fa però parare da Pisseri il tiro del possibile raddoppio
Bianchimano 5,5
Apprezzato in copertura dove si sacrifica in più di un’occasione, perde il duello a distanza con i bomber rossoazzurri, anche se i due centrali del Catania gli concedono davvero poco. Due conclusioni in fuorigioco prima della sostituzione
D’Ursi 6,5
Trova subito la zampata vincente e con uno stacco perfetto anticipa di testa il diretto avversario portando a dieci le marcature stagionali. Ha sui piedi anche la palla del raddoppio ma il tiro viene respinto da Pisseri
Casoli 5,5
Schierato sulla fascia sinistra, un solo spunto degno di menzione ad inizio gara con un tiro dalla distanza che fa la barba al palo. Per il resto partita dove incide poco risultando anche egoista nella ripresa quando preferisce la conclusione personale all’assist per Bianchimano meglio piazzato al centro dell’area

De Risio 6
Quando manca mezzora alla fine della gara viene buttato nella mischia per cercare di dare maggiore brio a centrocampo
Fischnaller 5,5
Quando entra le maglie del Catania sono chiuse, serviva solo una grande intuizione che però non riesce a trovare
Favalli 5,5
Difficile trovare spazi nel momento della gara in cui viene chiamato a sostituire Statella
Ciccone S.V.
Eklu S.V.

Allenatori Cassia-Auteri 5,5
Al cospetto di una squadra esperta come il Catania, perdono tatticamente il duello con Novellino soprattutto nel momento in cui si ostinano in un modulo spregiudicato senza considerare che non è possibile lasciare spazi a bomber del calibro di Marotta e Di Piazza. La partita si era anche messa sui binari giusti con il gol di D’Ursi, occorreva probabilmente una gestione più oculata del vantaggio in attesa di infierire il colpo del ko che con calma sarebbe arrivato. Nella ripresa il Catanzaro non produce niente di significativo ad eccezione di qualche solitario e isolato tentativo, cosa che desta non poca preoccupazione sul piano della tenuta atletica in vista del rush finale di stagione

 

 

Danilo Ciancio

Related posts

Si comincia a ragionare – Il Punto di Claudio Pileggi

Claudio Pileggi

Giornata da dimenticare, in pochi a salvarsi – Le Pagelle

admin

Difesa traballante, Fisch poco cinico – Le Pagelle

admin