La Voce del Direttore

Maledette recriminazioni – Il Punto di Claudio Pileggi

banner

Un campionato che rischia di essere segnato dai calci di rigore quello del Catanzaro targato Auteri. Dopo l’errore di Kanoute a Trapani (dal possibile 2-0 si è passati alla sconfitta per 2-1), passando da quello di Giannone a Castellammare (possibile gol vittoria a quattro minuti dal termine) e finendo a quello non concesso ieri contro il Catania.

Tre episodi proprio contro le tre principali concorrenti.  Episodi che avrebbero, proprio in virtù di questa considerazione, tolto tre punti al Trapani, due alla Juve Stabia e al Catania, e ne avrebbero regalati almeno sei al Catanzaro. Basta rifare la graduatoria delle prime quattro posizioni in questi termini per avere una classifica assolutamente più allettante. E se si aggiunge a ciò anche la mancata concessione del nettissimo rigore dopo trenta secondi nella gara d’andata contro la stessa Juve Stabia (e che avrebbe potuto cambiare il destino di quella partita) si sarebbe potuto parlare addirittura di primo posto.

Tante recriminazioni quindi e il rischio, ora, che le due sconfitte consecutive contro Bisceglie e Catania rappresentino il segnale di un crollo soprattutto mentale. E’ per questo che oggi più che mai la tifoseria deve stare vicina alla squadra.  Perché, una volta metabolizzata l’impossibilità di aggancio al primo posto, l’obiettivo deve essere la conquista almeno della terza posizione, che consentirebbe di affrontare i playoff con un vantaggio non indifferente. Questo campionato non è ancora compromesso, continuiamo a crederci.

 

Claudio Pileggi

Related posts

Non è finita – Il Punto di Claudio Pileggi

Claudio Pileggi

Il più grande errore? Disperdere l’entusiasmo – Il Punto di Claudio Pileggi

Claudio Pileggi

Il collettivo vero punto di forza – Il punto di Claudio Pileggi

Claudio Pileggi