L'avversario di turno

SI GIOCA CONTRO… Il Catania

banner

Torna un classico del sud al “Nicola Ceravolo” dove farà visita il Catania del nuovo allenatore Walter Novellino, subentrato appena due settimane fa ad Andrea Sottil, esonerato. Partita affascinante, delicata per entrambe le squadre, appaiate al terzo posto con 51 punti, sebbene il Catanzaro debba ancora recuperare la gara d’andata con la Viterbese.

Da sempre sfide molto intense e ricche di gol, rese ancor più vibranti dalla rivalità tra le due tifoserie, domenica sarà la venticinquesima volta che le due compagini si affrontano in Calabria. L’album dei ricordi, tuttavia, vanta incroci in tutte le categorie ad eccezione della Serie A, nonostante entrambe abbiano calcato la massima serie. La storia restituisce un bilancio complessivamente a favore dei giallorossi, che tra le mura amiche hanno vinto undici volte e perso in cinque occasioni; nel mezzo otto pareggi. Pesante l’ultima vittoria etnea della scorsa stagione per 4-0 grazie alle reti di Curiale, Ripa, Barisic e Porcino; l’ultimo successo giallorosso risale alla stagione 2016-2017 con le reti di Sarao e Giovinco che resero inutile il gol di Mazzarani, tutto nel primo tempo.

Novellino, soprannominato Monzon per la somiglianza con l’ex pugile, potrebbe confermare il 4-3-3 del suo esordio con il Potenza di domenica scorsa, (match terminato 1-1), ma dovrà fare i conti con infortunati e squalificati. Il reparto più in difficoltà è probabilmente la difesa: Esposito e Ciancio out, Carriero squalificato, si punta al recupero di Calapai. In attacco non ci sarà Curiale, anche lui fermato dal Giudice Sportivo, ma le alternative in questo settore non mancano, potendo contare sui vari Di Piazza, Marotta e Manneh, quest’ultimo fresco di convocazione in nazionale congolese. Insomma, gente dal profilo altissimo.

La formazione dovrebbe essere dunque composta dall’ex Pisseri in porta; Aya, Silvestri, Calapai e Marchese in difesa; Lodi, Rizzo e Biagianti a centrocampo; Manneh, Di Piazza e Marotta in attacco.
Arbitro dell’incontro l’esperto Ivan Robilotta della sezione di Sala Consilina: sei precedenti con gli etnei (tre vittorie e tre sconfitte), due con le Aquile (una sconfitta ed un pareggio).

All’andata, lo scorso novembre, il Catanzaro si impose sul Catania per 2-0 grazie alle reti di Kanoute e Giannone, violando il “Massimino” dopo ben quarantaquattro anni, impresa ripetuta a distanza di due mesi in occasione della sfida di Coppa Italia terminata 2-1 (per i giallorossi in gol Eklu e Bianchimano). Questa è dunque la terza sfida tra l’Aquila e l’Elefantino e i supporters giallorossi – che gremiranno gli spalti – naturalmente auspicano di mantenere la striscia positiva, pur consapevoli della difficoltà.

 

Danilo Ciancio

Related posts

SI GIOCA CONTRO…La Juve Stabia

admin

SI GIOCA CONTRO… La Fidelis Andria

Cosimo Simonetta

SI GIOCA CONTRO… L’Ascoli – di Carmine Lupia

admin