L'avversario di turno Primo Piano

SI GIOCA CONTRO… La Virtus Francavilla

banner

Catania prima, Cavese poi: questa per il Catanzaro è senza dubbio la stagione dei tabù sfatati. Campi inviolabili diventati terre di conquista, squadre imbattibili messe ko. Ma gli esami non finiscono mai e allora domenica ecco un’altra prova per scrivere la storia. Già perché i precedenti, seppur pochi, parlano chiaro: il Catanzaro contro la Virtus Francavilla non ha mai vinto al “Ceravolo”. E per fortuna che Statella nella gara di andata ha espugnato il “Giovanni Paolo II” altrimenti il bilancio sarebbe disastroso.

LA STORIA

Eppure è impossibile non parlare di un precedente, seppure disputato in Puglia. Quello del 4 settembre 2016: prima gara ufficiale tra i “prof” conclusasi con una vittoria per 1-0 grazie alle rete di De Angelis contro i giallorossi di mister Somma. Sono tre punti storici, i primi, nella massima categoria mai raggiunta dalla società fin ad allora. Per anni infatti Francavilla Fontana bazzica nei vari campionati dilettantistici con alterne fortune. Poi nel 2014  la fusione delle due società calcistiche cittadine, la G.S.D. Virtus Francavilla e la A.S.D. Francavilla Calcio. E da lì un’escalation di successi costellati da due partecipazioni ai playoff e culminata, per ora, con l’eliminazione agli ottavi di finale per mano del Livorno.

I PRECEDENTI

Due partecipazioni ai playoff di Lega Pro a differenza del Catanzaro che, come tutti – ahinoi – ricordiamo ha lottato per la salvezza negli stessi anni. Non stupisce allora il fatto che i giallorossi non abiano bmai battuto in casa la Virtus. Sono due scialbi pareggi, infatti, a caratterizzare le uniche due sfide in Calabria tra le due compagini. La prima finisce 0-0, il 29 dicembre 2016: è il Catanzaro di Zavettieri che poi allenerà proprio la Virtus. L’anno dopo è 1-1, ad Anastasi (ceduto dall’US poche settimane prima) risponde Infantino nel finale.

GLI EX

Nessuno dei due fa più parte delle rispettive rose, dove ora invece spiccano molti ex, soprattutto tra le file pugliesi. Si parte dal portiere ed ex capitano giallorosso Nordi, passando per Alex Sirri, Francesco Puntoriere e Gaston Corado, fino ad arrivare al catanzarese doc Denny Gigliotti e all’ “uomo mascherato” Manuel Sarao.

IL MOMENTO ATTUALE

Saranno anche loro a tentare il gol dell’ex ma soprattutto a rimpolpare la già ottima classifica dei pugliesi. Ottava con 43 punti la squadra di mister Bruno Trocini veleggia verso un’altra qualificazione ai playoff e non perde da cinque gare dopo il buon pareggio contro il Potenza dell’ultima di campionato. Insomma buon momento di forma e classica squadra da prendere con le molle nonostante qualche titolare potrebbe restare fuori. Al momento ko è solo Sirri, in dubbio ci sono Nunzella e Monaco, ma ci sono “pollici in su” per il loro recupero. E allora Trocini, che non sarà squalificato nonostante l’allontanamento dal campo di domenica scorsa, dovrebbe schierare un undici già visto molte volte in questo campionato: Nordi in porta, Marino, Tiritello, Marino e Nunzella (o Pastore) in difesa, Albertini, Caporale, Giglotti e Folorunsho in mediana, Sarao e Partipilo in avanti.

 

Francesco Calvano

Related posts

SI GIOCA CONTRO… L’Ischia Isolaverde

admin

Mister Calabro: ” Troveremo un Catanzaro determinato”

admin

Squillace in vista dell’Ischia: “Impegnarsi fino all’ultimo per vincere”

admin