Vuoi la tua pubblicità qui? Contattaci

Partite Primo Piano

Catanzaro, che peccato! L’ex Sarao griffa il blitz, non basta super Fisch

banner

La domenica perfetta: così sembrava per il Catanzaro fino alle ore sedici. Poi, improvvisamente, cambia tutto. Sugli altri campi le avversarie vincono o trovano il pareggio ma sopratutto la Virtus Francavilla segna due gol incredibili e inaspettati, ribaltando il risultato di una partita strana. Finisce 2-3 per gli ospiti e finiscono anche le speranze di primo posto del Catanzaro che  ora, deve solo pensare ai playoff. E questa, se vogliamo, è l’unica nota positiva della domenica: sapere e prepararsi per un obiettivo solo. Ma che peccato e quanti rimpianti. Per la stagione e per la gara odierna, strana e stregata.

Sorpresa nell’undici iniziale scelto da Auteri con Bianchimano in panchina, attacco leggero e mobile con Fischnaller, D’Ursi e Ciccone e con la sorpresa De Risio in mediana. Confermato Nicoletti terzo di difesa. Tutto come previsto invece nella Virtus Francavilla dei tanti ex con Sarao e Partipilo in avanti nel classico 3-5-2 di Trocini.

Se qualcuno per caso fosse arrivato tardi al “Ceravolo” si sarebbe perso un inizio che dire scoppiettante è dire poco. Tre gol e altrettante occasioni nei primi sedici minuti. Si parte con Fischnaller dopo 40 secondi, contrato in angolo. Sul secondo corner poi gol del Catanzaro, su uno schema perfetto che imbecca Celiento sul secondo palo che insacca da due passi. Ma il colpo non stordisce il Francavilla, anzi. Tre giri di lancetta e l’ex Sarao con uno splendido colpo di testa fa uno a uno e non esulta.

Passano ancora due minuti e il tiro di Ciccone è respinto da Nordi, mentre dall’altra parte ancora Sarao ci prova di testa. E’ un buon momento per gli ospiti che però, al 17esimo, subiscono il contropiede perfetto. D’Ursi lancia Fischnaller solo davanti a Nordi che non può sbagliare.

Ancora tanto agonismo nel resto del primo tempo con più Catanzaro che Francavilla. Come al minuto 27 quando D’Ursi impegna Nordi che si salva in angolo, subito prima del quale Favalli, infortunato, deve lasciare il campo in favore di Posocco, con Casoli che passa a sinistra. Poco dopo ancora grande giocata negli spazi dell’attacco giallorosso con Fischnaller fermato da un intervento miracoloso di Tiritiello che evita il 3-1.

La ripresa si apre come si era chiuso la prima frazione con un ottimo Catanzaro, sempre all’attacco e con zero pericoli per Furlan. A tremare invece è il collega Nordi che  al 7′ deve compiere un miracolo su bomba di Fischnaller. Dopo altri minuti è Casoli a sfiorare l’incrocio dalla distanza. Dopo quindici minuti nella ripresa insomma solo Catanzaro che avrebbe meritato il terzo gol per verve e qualità.

Poi all’improvviso un fulmine a ciel sereno (benchè la pioggia battente): Sarao tira quasi senza pretese, Riggio devia in maniera involontaria ed è 2-2. Il Catanzaro prova a reagire alla botta subita, Auteri ci prova anche con i cambi, Bianchimano per Ciccone ed Eklu per Posocco, ma addirittura i pugliesi passano in vantaggio: eurogol di Zenuni che lascia di sasso Furlan che vede il tiro dai 25 metri insaccarsi sotto l’incrocio per il clamoroso 2-3.

Che rischia di diventare 2-4 se Partipilo sugli sviluppi di un angolo non sbagliasse clamorosamente nel cuore dell’area piccola. Poi solo Catanzaro di nervi e cuore ma con poca lucidità. I pugliesi si chiudono bene e gli uomini di Auteri non trovano più gli spazi necessari per cercare un pareggio che sarebbe stato giusto.

Francesco Calvano

 

 

Related posts

Francesco Maglione Direttore Generale dell’US

admin

“Gli infortuni non siano un alibi”: Le parole di Gambaretti

Cosimo Simonetta

Un sogno dal nome Joe Kamara diventa una splendida realtà

admin