Vuoi la tua pubblicità qui? Contattaci

Nessun pareggio ma risultati concreti nella 34^ giornata del girone C.

La notizia della domenica è la vittoria della Juve Stabia, che mette una seria ipoteca sul campionato. Nonostante i rallentamenti delle ultime giornate – che hanno messo un po’ di sale sulla lotta al vertice – le vespe tornano a pungere nel match che vale una stagione: battendo 2 a 0 il Trapani, grazie ai gol di Carlini (65’) e Canotto (75’), potrebbero spalancarsi a breve le porte della serie B.

Vittoria in rimonta del Catania, che recupera nel soltanto nel finale il gol del Bisceglie (in vantaggio con Longo) con Di Piazza (82’) ed Esposito nell’extratime. Gli etnei ritrovano il terzo posto “ceduto” dal Catanzaro vista la sconfitta subita in casa con la Virtus Francavilla. Partono bene i giallorossi con Celiento (8’) ma l’ex di turno Sarao risponde (10’). Dice la sua anche  Fischnaller (17’) ma ancora Sarao la pareggia nel secondo tempo. Chiude il match Zenuni (77’) beffando i padroni di casa, autori di una buona gara: sconfitta quantomeno immeritata.

Poker del Potenza contro la Cavese. A punire la scarsa prestazione degli aquilotti (secondo stop consecutivo, dopo quello patito per mano dell’US) una doppietta di Longo (36’, 56’), e Guaita (44’) che recupera palla per una punizione sbagliata dagli avversari e beffa De Brasi. Ancora Guaita offre un assist a Ricci che mette la chiude al 76’. I playoff sono sempre più lontani per i campani e “lontana” è stata anche la panchina per il tecnico del Potenza Giuseppe Raffaele allontanato per proteste.

Piuttosto accesa la sfida tra Monopoli e Casertana: è il solito Castaldo a risolverla al 63′, piegando un Monopoli rimasto in 10 per l’espulsione di Mangni. Il tabellino alla fine annoterà un’espulsione e un’ammonizione per i padroni di casa e tre cartellini gialli per gli ospiti. Gli uomini di Pochesci ritornano quindi a sorridere. 

Nel frattempo, avanza il Rende a quota 43 punti per la partita aggiudicata a tavolino col Matera.

Segue in classifica la Sicula Leonzio che con Marano al 30’ punisce una Reggina per nulla performante. Piove acqua e fischi al “Granillo” e gli amaranto dovranno faticare non poco per tentare di agganciare il treno playoff. Come se non bastasse, la società ha esonerato Massimo Drago in serata – mai del tutto amato dalla piazza  – richiamando in serata mister Cevoli. 

Successone del Siracusa contro una Vibonese con scarsa continuità. A siglare il vantaggio è Bertolo al 71’ su assist di Turati. Gol che rompe gli argini e regala un finale vivace: assegnato poi rigore per fallo di Malberti su Bertolo e messo a segno da Vazquez (81’). Si crea un varco in area e chiude Catania (85’). Partita risolta in un quarto d’ora.

Scontro in basso a Pagani col Rieti che porta a casa i tre punti col minimo indispensabile. Decisamente contestato l’arbitraggio del signor Clerico di Torino che non concede un rigore alla Paganese ma che poi, senza esitazione, fischia agli ospiti al 78′: Cernigoi realizza e regala una vittoria fondamentale in chiave salvezza.

 

Dora Dardano

 

Related posts

“E’ successo in…” – 29^ Giornata

admin

“E’ successo in…” – 31^ Giornata

admin

“E’ successo in…” – 23^ giornata

Cosimo Simonetta