Giornata di fuoco sui campi di serie C dove le squadre protagoniste del girone C giocano i primi 45 minuti a rilento ma infiammano il secondo tempo di reti: pochi pareggi, tante reti, diverse rimonte e altrettante vittorie.

Questa la sintesi della 35^ giornata, al termine della quale la Juve Stabia ipoteca il proprio salto di categoria: per ufficializzare la promozione in B, ai gialloblu basterà battere la Vibonese nel giorno di sabato Santo. Campo insidioso si è dimostrato Lentini: primo tempo fiacco che vede la Sicula Leonzio in vantaggio di due reti, recuperate caparbiamente dalle vespe con la doppietta di Mezavila. Il gol decisivo arriva al 71’ con Elia che, su cross ristabilisce gli equilibri. Migliaia ad attendere la squadra al rientro, in serata, in attesa dei veri festeggiamenti, rinviati visto il successo del Trapani che ritrova la vittoria contro il Potenza. Una sfida terminata 2-1 decisa interamente nel secondo tempo prima con vantaggio di Aloi e poi di Evacuo. Il Potenza rimonta con Piccinini al 72’ ma la reazione arriva quando il tempo stringe e l’arbitro fischia la fine della partita.

Continua a volare la Virtus Francavilla che, dopo aver espugnato il “Ceravolo”, mette in castigo anche il Catania. È ancora Sarao il protagonista del match addirittura al 94’ con uno strepitoso gol che porta i biancoazzurri ad un punto di distacco dal Potenza. Gli etnei non approfittano del mezzo passo falso del Catanzaro, quindi, bloccato sul 2-2 dalla Viterbese, che completa la rimonta nel recupero, beffando i giallorossi sotto la pioggia battente. 

Torna a contendersi il quinto posto anche il Monopoli che ritrova la vittoria in terra calabra con la Vibonese. Si decide tutto nel secondo tempo con un botta e risposta di reti avviato da Allegretti per i rossoblu, prima del pareggio di Gerardi. Annullata una rete di Sounas, ci pensa Gatti a chiudere la pratica, mettendo in rete all’81’. In classifica i pugliesi arrivano a quota 47 a soli due punti di distacco dai cugini della Virtus Francavilla.

Casertana batte Siracusa: Vazquez viola la porta dei padroni di casa ma Castaldo la ribalta, fissando il risultato sul 2-1. 

Unica calabrese a portare a casa i tre punti è la Reggina di scena a Cava de’ Tirreni. A cinque minuti dalla fine del tempo regolamentare, dopo un rigore non concesso dall’arbitro, gli amaranto fanno gol con Martiniello. Di playoff per la Cavese non se ne parla mentre la Reggina, sconfitta dalla Sicula domenica scorsa, vede il gruppo ad un passo. 

Pareggio del Rende contro un Rieti che prima fa autogol e poi rimonta con Brumat. L’obiettivo per la compagine di Capuano è conquistare al prossimo turno almeno un punto per ottenere la salvezza matematica.

La Paganese aggiunge tre punti a tavolino per lo scontro da calendario con il Matera, ma rimane sempre alla coda della classifica sotto il Bisceglie che ieri ha riposato.

 

Dora Dardano

 

Related posts

“E’ successo in…” – 8^ Giornata

admin

“E’ successo in…” – 11^ giornata

admin

“E’ successo in…” – 5^ Giornata

admin