Dirittura d’arrivo per questo campionato che prevede playoff e playout scoppiettanti. Partendo dalla vetta della classifica ripercorriamo la 37^ giornata che ha registrato i passi falsi di Catanzaro e Catania (etnei raggiunti al 92′) e la vittoria nel derby della Reggina, tra i risultati più eloquenti. 

Juve Stabia già promossa in B, aggiunge al bottino i tre punti per la partita con il Matera, escluso dal campionato.

Il Trapani che aveva praticamente blindato il secondo posto porta a casa un 2-1 siglato da Scognamillo e Fedato, che la chiude nel recupero. La Paganese, illusa dalla rete di Scarpa, si vede annullare il gol che sarebbe valso il pareggio. Testa ai playout per gli azzurrostellati.

Catania beffato in pieno recupero dalla Cavese che su rigore calciato da De Rosa chiude il match e riacciuffa il Rende a 47 punti in classifica, che all’ultima giornata osserverà il turno di riposo.

Imbarazzante quanto succede a Siracusa per il Catanzaro: Fischnaller e Bianchimano sbagliano non uno ma ben due rigori e la squadra torna a casa con la coda tra le gambe. Si punta ancora al terzo posto ma non sono ammessi errori: sei punti necessari per raggiungere l’obiettivo e sarà vietato fallire. I siciliani invece suggellano la salvezza davanti al proprio pubblico, con il portiere Crispino uomo partita.

Finisce senza reti Casertana-Potenza, risultato che non compromette nessuna delle due squadre. Falchetti al nono posto avanti di solo un punto rispetto a Rende e Cavese, mentre i potentini restano al quinto posto precedendo di due lunghezza la Virtus Francavilla.

Nel derby tutto pugliese, Sirri e Partipilo (nel primo tempo) rendono vana la rete di Triarico per il Bisceglie, che deve rassegnarsi ai playout per non retrocedere, nonostante la richiesta della restituzione dei tre punti precedentemente decurtati, per il caso tesseramenti. 

Derby calabrese tra Vibonese e Reggina che porta a casa i tre punti grazie ad un autogol di Maciucca alla mezzora e la rete di Doumbia già dopo quattro minuti. Amaranto nei playoff, dunque, potendo beneficiare della vittoria a tavolino con il Matera, domenica prossima. 

Un Rieti testardo e in forma (che aveva già festeggiato la salvezza), impone il pari al Monopoli: al gol di Cernigoi, i gabbiani la recuperano con Gerardi, subentrato nella ripresa. Finisce 1 a 1 allo “Scopigno”.

Il Rende si congeda dal campionato espugnando il “Rocchi” contro una Viterbese esausta dal tour de force nel recuperare le partite di questo anomalo campionato. Laziali poco concentrati, vista la finale di ritorno di Coppa, dell’8 maggio. Mattatore di giornata Giuseppe Borello, ragazzo della provincia di Catanzaro, autore di una doppietta. 

 

Dora Dardano

Related posts

“E’ successo in…” – 4^ giornata

Cosimo Simonetta

“E’ successo in…” – 11^ Giornata

admin

“E’ successo in…” – 24^ Giornata

admin