Sala Stampa

Favalli pronto a rientrare: “Possiamo arrivare in fondo”

banner

Alessandro Favalli riscalda il motore e si prepara al rientro. Out a Viterbo, dopo l’infortunio rimediato nel match interno col Francavilla, l’esterno mancino del Catanzaro ha potuto beneficiare di due settimane di riposo per poter recuperare del tutto e tornare in campo dal primo minuto, cosa che, con ogni probabilità, succederà domenica al “Nicola De Simone”.

L’ex ternano, proclamatosi “guarito al 100%”, preferisce glissare sui punti persi nell’ultimo periodo (che hanno portato la squadra a deporre le armi per la lotta al primo posto) e concentrasi su ciò che sarà: il futuro immediato vede il trittico “Siracusa-Viterbese-Trapani“, poi saranno playoff. Come ci arriverà l’US, potremmo constatarlo in una manciata di giorni.

<<Abbiamo squadra forte che può arrivare fino in fondo ai playoff>>, annuncia Favalli nell’incontro infrasettimanale con la stampa, soffermandosi in particolare sui “cedimenti psicofisici” che i giallorossi hanno accusato in diverse occasioni. Nel momento in cui occorreva sferrare il colpo per mandare al tappeto l’avversario, il Catanzaro incassava per finire rintronato all’angolo, con Virtus Francavilla e Viterbese (rischiando molto anche con Casertana e Reggina, ancor prima). <<Stiamo lavorando per imparare a gestire il vantaggio, cercare di chiudere le partite e non subire il ritorno dell’avversario>>, sostiene a tal proposito il 26enne cremonese, evidenziando quanto sia importante fare risultato domenica a Siracusa.

Anni trascorsi tra Padova e Cremona, con la parentesi slovena e l’ultima stagione vissuta a Terni, consentono, al numero 13 delle Aquile, l’esperienza per poter formulare un giudizio razionale sulle squadre degli altri gironi, potenziali antagoniste del Catanzaro: <<Monza ed Entella sono state costruite per vincere, ma non sono nelle condizioni di poter indicare una squadra favorita o da evitare. Dobbiamo solo concentrarci sul nostro cammino, perché possiamo far bene contro chiunque>>.

E su se stesso, conclude: <<Lascio giudicare gli altri sul mio rendimento. Penso di aver fatto un buon campionato, ma vorrei chiudere al meglio>>.

Related posts

Di Livio in sala stampa: “Umiltà e concentrazione, non abbiamo ancora fatto niente”

admin

Aquile al rush finale. Signorini: “Io ci credo”

Cosimo Simonetta

[VIDEO] Fischnaller al rientro: “Mi mancava il campo, sono pronto”

admin