Pagelle

L’attacco punge, la difesa barcolla – Le Pagelle

banner

Furlan 5,5
La partita non lo tiene molto impegnato: nei due episodi chiave, indovina il palo dove Polidori indirizza il tiro del rigore ma non riesce nella prodezza di pararlo, mentre sul 2-2 si fa beffare dal colpo di testa di Atanasov
Riggio 5
Che non sarà una partita per lui da ricordare, si capisce già nel primo tempo quando da una parte si lancia in avventate ripartenze mentre dall’altra lascia troppo spazio in area agli attaccanti, in particolare a Tsonev che per poco non porta in vantaggio i suoi. Nel finale perde il duello aereo con Atanasov che costa il gol del pareggio
Celiento 6
Il più convincente della difesa giallorossa, compie una partita come al solito ordinata riuscendo sicuramente a farsi rimpiangere dai suoi ex tifosi
Signorini 4,5
Ad inizio gara finisce al suolo forse per uno scontro fortuito con un avversario: per fortuna niente di grave ma la prestazione è nel complesso poco convincente. Causa il fallo da rigore che aiuta i padroni di casa a riaprire la gara, con l’aggravante di lasciare in inferiorità numerica i compagni, per il doppio giallo
Maita 5
Un’ingenuità così dal capitano non potevamo aspettarcela: già ammonito commette un fallo inutile trattenendo l’avversario a metà campo. Un errore banale, che ristabilisce la parità numerica tra le due squadre e, di fatto, consente alla Viterbese di crederci con maggiore convinzione
De Risio 6
Buona la prova nei primi 45 minuti, distribuisce molti palloni in modo ordinato. In affanno come il resto della squadra nell’ultima mezz’ora di gara
Nicoletti 6
Preferito a Favalli come esterno di sinistra, lodevole per la corsa continua e per i ripiegamenti in fase difensiva
Casoli 5
Si fa apprezzare in fase di copertura nel primo tempo dove spesso dà una mano a Celiento sulla fascia, ma appare eccessivamente diligente quando in più di un’occasione si accontenta di falli laterali anziché insistere nell’azione d’attacco. Sul 2-1 non trova il tempo per il tap-in vincente dopo la conclusione di Statella non trattenuta dal portiere avversario; da un suo errato disimpegno riparte l’azione del pareggio della Viterbese
D’Ursi 6,5
Parte col freno a mano tirato, anche per colpa di un’ammonizione rimediata a freddo dopo appena due minuti. Ci mette poco per carburare e dalla distanza va vicino al gol già nel primo tempo, con Valentini che riesce a deviare sul palo il suo potente tiro. Nella ripresa è una spina nel fianco della difesa di casa e trova il gol facile grazie a Fischnaller
Bianchimano 6
Con quelle leve lunghe sembra soffrire il gioco palla a terra mentre non viene messo quasi mai in condizione di esprimersi sul suo pezzo forte, il colpo di testa, perché sono pochi i cross a disposizione. Su di lui il fallo da espulsione di Rinaldi che aveva messo la gara in discesa
Fischnaller 7,5
Tecnicamente indiscutibile, è molto bravo anche tatticamente nel farsi trovare tra le linee, mossa che riesce a mandare spesso in tilt la difesa della Viterbese. Si procura la punizione che si incarica anche di tirare, trovando una perla di rara bellezza che vale il vantaggio. Altruista in occasione del raddoppio dove offre a D’Ursi una palla da spingere solo in rete, dopo aver superato con caparbietà due avversari

Eklu 5,5
Entra per dare fiato al centrocampo dopo l’espulsione di Maita, ma fa imbufalire Auteri quando in pieno recupero anziché gestire la palla preferisce la conclusione da lontano che, sia pur potente, è respinta da Valentini e la Viterbese può così ripartire

Figliomeni S.V.

Statella 5,5

Uno scampolo di gara per dare freschezza (nonostante non sia al top) e tenere impegnati i corrispettivi. Si nota per la conclusione da fuori che impensierisce Valentini e sulla quale non arriva Casoli per la ribattuta

Mister Gaetano Auteri 5,5
Continua il bilancio in parità nei suoi incroci con il collega Antonio Calabro: finora una vittoria, una sconfitta e due pareggi compreso quest’ ultimo. Le due espulsioni subite probabilmente non gli consentono di gestire la gara come avrebbe voluto e si infuria nel finale con i suoi che avrebbero dovuto cercare di gestire di più la palla anziché provare velleitarie conclusioni che hanno permesso alla Viterbese di provarci fino alla fine. Poco da rimproverargli, se non l’incapacità nel chiudere la gara ad inizio ripresa in superiorità numerica, quando invece il Catanzaro è andato inspiegabilmente in affanno. Notizia positiva il rientro in campo Figliomeni sul quale il mister confida molto in ottica playoff

 

Danilo Ciancio

Related posts

Puntoriere corre ma non incide, Onescu meglio – Le Pagelle di Calvano

admin

Riggio, gara perfetta. Infantino e Marin si sacrificano – Le Pagelle di Calvano

admin

Martinelli sicurezza, Calì e Nicastro esordio col botto – Le Pagelle

admin