Vuoi la tua pubblicità qui? Contattaci

Pagelle

Poca luce a centrocampo, difesa da rivedere – Le Pagelle

banner

FURLAN: 6

Subisce due eurogol e una deviazione beffarda: prestazione sfortunata, come per tutta la squadra, in una gara in cui per il resto ha eseguito lavoro di normale amministrazione;

CELIENTO: 6

Trova il gol che sblocca la gara, poi però non si mette molto in mostra per altro. E se la squadra prende tre gol la difesa, e quindi anche lui, ha senza dubbio delle colpe;

RIGGIO: 5,5

Il cliente è davvero tosto, Sarao, e lui lo soffre terribilmente. Sfortunato sulla deviazione del 2-2 che, però, è lo specchio di una gara sottotono del centrale giallorosso;

NICOLETTI: 6

Il ruolo non è proprio il suo ma si adatta come può. Gli serve ancora un po’ più di esperienza e malizia;

CASOLI: 6

Sia a destra che a sinistra non sfonda. Ci prova dalla distanza sfiorando l’incrocio, non spinge come forse Auteri si aspetterebbe;

DE RISIO: 6

Muscoli a servizio della squadra su un campo pesante, suo l’assist dell’1-0 ma pochi, anzi pochissimi, inserimenti e il Catanzaro ne risente;

MAITA: 6

Molto meglio nel primo tempo che nella ripresa. Dopo il 2-3 ci si aspetterebbe un lampo per cambiare la gara ma è ingabbiato anche lui dai pochi spazi concesso dai pugliesi;

FAVALLI: SV

Sfortunato, esce per un infortunio al tallone a metà primo tempo;

D’URSI: 6.5

Il solito rapido furetto, ci prova come sa ma in un paio di occasioni sbaglia la scelta del passaggio determinante;

CICCONE: 5,5

Ancora acerbo, a volte si impunta troppo, a volte fa cose troppo semplici. Emblematica la punizione a inizio secondo tempo quando effettua un tiro che sembra un passaggio;

FISCHNALLER: 7

Dopo 40 secondi ha già una palla buona, sarà una delle tante con cui mette in crisi la difesa pugliese che fatica a contenerlo. E solo per colpa di Nordi se non trova la doppietta personale;

POSOCCO: 6

Entra a freddo e fa il suo, ma per Auteri evidentemente non è abbastanza visto che lo cambia dopo 45 minuti;

EKLU: SV

BIANCHIMANO: SV

MISTER GAETANO AUTERI: 6

Quando vuole cambiare la partita si gira verso la panchina e vede che non ha molto materiale a disposizione. Ma il problema è la necessità di dover fare qualcosa per vincere una gara che sembrava sotto controllo fino al 60′. Cosa è successo dopo? E a cosa di deve la poca reazione della squadra? Domande a cui il tecnico di Floridia deve trovare una risposta.

 

Francesco Calvano

Related posts

Prestazione sottotono, Elezaj il migliore – Le Pagelle

admin

Secondo tempo da dimenticare – Le pagelle

admin

Grinta e carattere, gara ben preparata da Pancaro – Le Pagelle di Calvano

admin