Notizie Partite Primo Piano

Emozioni infinite al Ceravolo: Trapani battuto per 6-3 e terzo posto

banner

Una partita incredibile vede il Catanzaro trionfare con il punteggio tennistico di 6-3. Prima frazione di gioco surreale che ha visto gli ospiti dopo soli dieci minuti in vantaggio per 3-1 e poi i giallorossi ribaltare magistralmente il risultato, andando al riposo sul 4-3. Ai gol granata, hanno risposto Fischnaller, Iuliano, Maita e sul finale Bianchimano. Nella ripresa Celiento mette subito in cassaforte i tre punti e poi D’Ursi i sigilli. Straordinaria la reazione degli uomini di mister Auteri che conquistano una vittoria che vale un prezioso terzo posto al termine del campionato. Migliori in campo Fischnaller, Iuliano e Bianchimano, citazione invece per Maita che regala una perla da fuori area valsa il temporaneo 3-3. Evitato così anche il secondo turno dei playoff del girone, appuntamento fra due domeniche per l’avvio della fase nazionale: le premesse per fare bene ci sono tutte! 

Squadre schierate in campo e ferme per dieci minuti per consentire l’inizio concomitante su tutti i campi. Catanzaro con un inedito 4-3-3 con Furlan in porta, Celiento, Riggio, Figliomeni e Nicoletti in difesa, Maita, Iuliano e De Risio a centrocampo, in attacco Fischnaller, Giannone e Bianchimano.

Partenza shock dei giallorossi che dopo aver sfiorato il vantaggio due volte, al 4′ regalano il vantaggio al Trapani: un rilancio lungo dalla difesa viene letto male da Riggio che si lascia superare in velocità da Golfo che conclude così alle spalle di Furlan: 1-0 ospite. Reazione immediata del Catanzaro che trova già al 7′ il pareggio con Fischnaller grazie ad un’azione caparbia di Iuliano: il brasiliano recupera palla sull’ultimo difensore lasciando l’attaccante giallorosso libero di inserirsi centralmente e freddare Ferrara in uscita disperata. Ma l’avvio del Catanzaro è da horror: passa un minuto e Trapani di nuovo in vantaggio con Evacuo che approfitta di un’altra dormita della difesa giallorossa e deposita indisturbato alle spalle di Furlan per il 2-1 ospite. Neanche il tempo di riprendersi dal nuovo vantaggio che arriva anche il terzo gol ospite questa volta ad opera di Toscano: ancora una volta difesa giallorossa bucata dal lato sinistro e il 25 granata deposita in rete indisturbato. Quattro reti nel giro di sei minuti, il Catanzaro lascia incredibilmente spazi ai dirimpettai.

Al 24′ discesa di Giannone che viene fermato fallosamente da tergo, solo giallo per il centrocampista granata e punizione dai 25 metri che si incarica lo stesso Giannone di battere ma senza esito. Subito dopo è sempre il 10 giallorosso ad avere una grande chance sui piedi ma conclude male di destro e la palla va fuori. Ancora Catanzaro al 28′ con una punizione insidiosa di Fischnaller che Ferrara riesce però ad intercettare tuffandosi sulla sua sinistra e salvando in fallo laterale. I giallorossi  ci provano e con De Risio, servito da uno scatenato Fischnaller, arrivano alla conclusione pericolosa da dentro l’area di rigore ma Ferrara si distende sulla destra e blocca. L’assedio giallorosso viene interrotto da un pericoloso contropiede granata concluso da Toscano da fuori area, bravo Furlan a salvarsi in angolo. La partita non dà tregua.

Al 36′ il Catanzaro accorcia le distanze: ancora una volta Giannone, molto ispirato oggi, libera centralmente Iuliano che giunto in area di rigore, conclude alle spalle di Ferrara siglando il gol del 2-3, complice anche una deviazione di un difensore granata. Ma le emozioni oggi al “Ceravolo” oggi non finiscono: Maita al 39′ trova il jolly dai 30 metri grazie ad un missile terra-aria sul quale Ferrara non può nulla: ristabilita ora la parità, è 3-3.

E questo primo tempo incredibile non può che terminare con un’altra sorpresa ed è Bianchimano al 41′ a regalarla: il 9 giallorosso si invola sul filo del fuorigioco e una volta arrivato a tu per tu con Ferrara lo fredda con un sinistro che finisce all’incrocio. Il Catanzaro passa finalmente in vantaggio fissando il risultato sul 4-3 e dando vita ad una gioia incontenibile sugli spalti.

Finisce un primo tempo pazzesco che ha visto il Catanzaro dapprima soccombere di tre reti e poi ribaltare il risultato, grazie a gol tutti di pregevole fattura, chiudendo i primi 45 minuti in vantaggio per 4-3. Cosa ci riserverà la ripresa lo scopriremo a breve.

Riprende la gara con una sostituzione importante tra le fila Trapani, esce infatti Evacuo autore del secondo gol ed entra Dambros. Al 50′ è Fischnaller a divorarsi il 5-3, lanciato centralmente si trova solo davanti a Ferrara ma la palla colpisce incredibilmente il palo esterno. Subito dopo gol annullato a Iuliano che ribatte in rete la palla respinta dalla difesa granata ma l’8 giallorosso è in off side. Catanzaro alla ricerca del gol della tranquillità che arriva al 58′ ad opera di Celiento, abile ad inserirsi tra le maglie avversarie ed a spedire in rete il cross su punizione di Iuliano: 5-3 ora per i giallorossi che hanno avuto una grande reazione dopo i tre gol iniziali del Trapani.  Giannone scatenatissimo prova il tiro a giro che finisce di poco alto sopra l’incrocio. Secondo tempo con gli stessi ritmi del primo. Dopo un netto predominio giallorosso arriva al 75′ anche il sesto gol ad opera di D’Ursi, da poco entrato al posto di Bianchimano, che conclude a mezza altezza alla destra di Ferrara: risultato ora di 6-3.

Sul finale girandola di sostituzioni: mister Auteri manda in campo anche Favalli, Pambianchi, Nikoopoulos e il giovanissimo Cristiano che fa il suo esordio in prima squadra, prima del triplice fischio finale del sig. Paterna di Teramo che sancisce la vittoria per 6-3 del Catanzaro che chiude così il campionato al meritato terzo posto. E la partita finisce così com’era iniziata, con il Presidente Noto in campo ad abbracciare i suoi giocatori.

 

Danilo Ciancio

Related posts

Catanzaro vs Gubbio – La Photogallery

Cosimo Simonetta

US, successo sui Castelli Romani targato Giampà

admin

Catanzaro-Salernitana posticipata di un’ora: si gioca alle 15.30

Cosimo Simonetta